Sign in or Join FriendFeed
FriendFeed is the easiest way to share online. Learn more »
Simone♀Wallnöfer
[foto illustrativa] Nelle chiacchiere tra amiche si è parlato di Alaskan Malamute. Un'amica diceva che è una razza "difficile", se non con l'umano scelto dal cane. Con questa frase mi è venuto in mente quando ho personalmente visto un Malamute la prima volta in vita mia, non sapevo neanche che esistesse un cane simile
alaskan malamute.jpg
correva l’anno 1997 e io vivevo a Santhià, vicino a Vercelli. Un giorno camminavo per strada per i fatti miei, quando in lontananza, dall’altro lato della strada, vedevo avvicinarsi un umano con al guinzaglio il cane più enorme che avessi mai visto. Era come un husky, solo che aveva il pelo lungo ed era GIGANTESCO, davvero enorme. Ero sovrappensiero e anche di umore nerissimo, quindi notavo già da lontano che il cane mi fissava, ma io non gli davo conto e continuavo a camminare a testa bassa. Ad un certo punto, un urlo “FERMOOOOOOOO!”, alzo la testa e vedo l’enorme canide che mi corre incontro a velocità sorprendente per la sua mole. L’umano gli correva dietro urlando, la belva gli aveva strappato il guinzaglio di mano. Ammetto che mi sono irrigidita un pochino, ma vedevo il cane che correva con la coda in movimento, bocca aperta e lingua che saltellava allegramente, non mi dava l’impressione di volermi sbranare, e quindi mi sono fermata. Il cane ha fatto un balzo e mi è saltato addosso. Per fortuna avevo un muro alle spalle, se no sarei arrivata per terra. La belva feroce mi ha piazzato le zampone sulle spalle, su 2 zampe era poco più alto di me (che son alta 166 cm circa), avevo il suo enorme faccione proprio di fronte ... e la belva feroce mi ha leccato tutta la faccia, scodinzolando come un pazzo e sorridendo allegro. Non riuscivo a muovermi, mi bloccava contro il muro, allora me ne sono approfittata e l’ho abbracciato, era come abbracciare un gigantesco peluche. - Simone♀Wallnöfer
nel frattempo ci aveva raggiunti l'umano, ansimante e mortificato, si è calmato solo quando dietro il testone della belva ha visto la mia faccia ridente ... coperta di saliva canina, ma sorridente :D L'umano si è scusato non so quante volte, dice che non era MAIMAIMAI successo prima, che era un cane tranquillissimo ... io alla fine me ne sono andata con il pensiero che dovevo essere piaciuta a quel peluchone, e la cosa mi ha fatto passare il malumore :) - Simone♀Wallnöfer
un amore a prima vista ... sorrido al ricordo, e sorrido anche pensando che mi ricordo bene il cane, ma non ricordo minimamente l'umano ... non ricordo nemmeno se era giovane o meno, ehm - Simone♀Wallnöfer
nono, i cani dal caratteri difficile esistono. Attenzione, con "difficile" intendo dire la comunicazione tra cane e umano, non che il cane sia aggressivo o altro - Simone♀Wallnöfer
sono caratteri. Se il mio cane non è un cane fisico, nel senso che non gradisce troppi spupazzamenti, abbracci ecc., perché dovrei cercare di abbracciarlo, solo perché io ho voglia di abbracciare? Il mio Poldone è un cane "difficile", per esempio, ma io l'ho studiato a lungo e so benissimo cosa gli piace e cosa no, cosa gli fa paura e cosa gli procura gioia, cosa lo fa sentire in pericolo e cosa lo fa sentire al sicuro. In cambio lui mi adora, con me è se stesso, io rispetto le sue fissazioni e ne assecondo alcune, in cambio lui è il mio cucciolone babbo *_* - Simone♀Wallnöfer
lol per le cose senza senso con vocine stupide, io lo faccio in continuazione, purtroppo anche in pubblico con cani totalmente estranei, randagi e non. Ormai mi conoscono tutti come "quella dei cani" :D - Simone♀Wallnöfer
Enrico, credo che incontrare un cane estraneo di una certa mole fa sempre un po' effetto, per quanto possiamo amare i cani. Tempo fa in paese gironzolava un pitbull che scappava a qualcuno, quando lo incontravo mi spaventavo, lo ammetto. Io sono la prima ad essere contro le discriminazioni razziali dei cani, ma se non so di chi è il pitbull, non posso sapere come l'hanno "educato". Quel cane, comunque, era molto strano, era silenzioso, giravi l'angolo e te lo trovavi faccia a faccia, non faceva un suono, era immobile. L'unico cane con cui la mia Bianca non ha voluto avere niente a che fare, e questo mi ha messo ancora più paura. Poi ho scoperto che il cane con le persone non aveva problemi, ma ha quasi ucciso 2 cani del mio vicinato (tra cui uno dei padri dei miei pupetti). Solo che poi un pomeriggio il branco ha fatto un agguato al pitbull, son partiti in almeno 8 cani e gli hanno restituito le botte con gli interessi - Simone♀Wallnöfer
@Hermione: conoscere cani del genere è sempre un onore - Simone♀Wallnöfer
infatti, il mio ricordo è stato scatenato da questo discorso tra amiche in cui si parlava di Mamalute "pazzi e aggressivi" :) Ma perché dai calci ai pitbull? - Simone♀Wallnöfer
l'unica volta che ho dato un calcio ad un animale è stato ad un gatto, dalla moto, per salvargli la vita. O un calcio o finire sotto le ruote della moto - Simone♀Wallnöfer
Tricia, un amico di Daniele aveva un pitbull di nome Charlie, cresciuto male, nel senso che era sempre solo nel suo recinto, nessuna attenzione, tranne che qualche volta dei ragazzi che ci giocavano in maniera pesante ("attacca", "prendi questo" e scemenze del genere) Alla fine solo la madre del ragazzo poteva entrare nel recinto per portare la pappa, e sempre entrava tesa, non aveva il coraggio di starci molto tempo o di accarezzare il cane. Charlie una volta è riuscito ad acchiappare una pecora viva e se l'è mangiata tutta, pelo compreso, l'hanno dovuto operare d'urgenza. Charlie era pazzo, saltava e si aggrappava con i denti al ramo di un albero e riusciva a starci appeso per i denti per ore. Quando l'ho visto per la prima volta, mi sono avvicinata al cancello del recinto e l'ho chiamato, il suo "padrone" mi diceva "non infilare la mano, attenta che te la stacca" Io ho messo il palmo sulle sbarre e mi sono fatta annusare, accucciata, attraverso la ringhiera. Ho parlato a Charlie per circa mezz'ora. Lui scodinzolava allegramente e usciva il muso tra le sbarre. Allora ho avvicinato la faccia, e lui mi ha leccato il naso. Il suo "padrone" è rimasto a bocca aperta. Ho chiesto di farmi entrare nel recinto. Ammetto che avevo un po' paura, ma Charlie mi guardava sorridente e saltellante, ero convinta di capire che voleva conoscermi da vicino. Sono entrata e l'ho spupazzato per un sacco di tempo, mi ha offerto petto e pancia per le coccole. Quando si è avvicinato il "padrone" per entrare anche lui, meravigliato dal comportamento amorevole di Charlie, il cane è saltato su e gli ha mostrato i denti, ringhiando minaccioso. Ho detto all'amico di Daniele che sinceramente secondo me era meglio per tutti se cercava un'altra famiglia, più degna, per Charlie, e devo dire che il ragazzo è stato di parola e ha affidato Charlie ad una persona che sembra davvero giusta. Charlie è morto di vecchiaia qualche anno fa, ma per anni ha vissuto una vita felice con il suo nuovo umano, dormivano insieme nel letto, Charlie non ha mai più avuto scatti di follia o aggressività - Simone♀Wallnöfer
che bella storia Simone, mi hai fatto venire i lacrimoni! - Ladra di Caramelle
beh, la storia di Charlie è finita bene, quindi ... @Ladra: :*) - Simone♀Wallnöfer
Enrico, io ne ho incontrati di davvero davvero dolci e giocherelloni :) - Simone♀Wallnöfer
in paese da noi c'era pure un randagio pittbull, anziano e in cattive condizioni fisiche. Era dolcissimo, il patato. Alla fine l'ha accolto la coppia che ha adottato anche uno dei miei cuccioli, 2 anni fa :) - Simone♀Wallnöfer
No, Enrico, è un pregiudizio sulla razza il tuo. Detto da una il cui cane è stato lasciato in fin di vita da un pitbull. I pitbull educato da una persona equilibrata è un cane equilibrato tanto quanto gli altri. Se educato male è più pericoloso degli altri perché ha una forza sia fisica sia materialmente nel morso molto superiore. - mrsbubba [freeze]
Per un pitbull penalizzarli tutti mi sembra un tantino eccessivo. Quello che attaccò Leto era stato avviato al combattimento, e poi rinchiuso in canile; fu dato in adozione al ragazzo dicendogli "ma è buonissssssimo". Il sabato uscì dal canile, il lunedì ridusse in fin di vita Leto. Dopo due mesi uccise un cane e ferì una donna, spaccando diversi tipi di museruole, persino con parti in acciaio. No, non ci credo alla violenza nell'indole. La violenza ce la mettiamo noi. (poi comunque parli con una che vorrebbe l'abolizione di tutti gli standard di razza e l'ibridazione delle razze per tornare ad avere cani sani, ma questo è un'altro discorso) - mrsbubba [freeze]
lo so, sono cani da combattimento creati apposta, diciamo. Infatti si parla pure di "maltrattamento genetico" ... ma quello è un altro discorso del quale non capisco niente. Ma non sono mica tutti, come in qualunque altro cane anche i pitbull hanno i loro caratteri diversi, credo - Simone♀Wallnöfer
riguardo ai pitbull devo dire che, anche se mi fanno un po' paura, un mio cugino sei anni fa ne ha trovata una "nella spazzatura". anche se quando abbaia te la fai addosso, è la cana più dolce che conosco. ah aveva solo pochi giorni. l'ha allevata lui - claire ™
beh, Tricia, dobbiamo comunque ammettere che è più facile sbagliare educazione e far diventare aggressivo un pitbull che non un barboncino o un cocker - Simone♀Wallnöfer
(poi mi viene in mente il film Hulk con il barboncino mutante e rido) - Simone♀Wallnöfer
grande risata per il barboncino ai raggi gamma :o) - Gilgamesh
ripeto, anche i cani di razza sono individui, non sono tutti uguali. Spesso i cani mini sono odiosi per colpa dei loro umani che li infilano in borsa e li prendono in braccio SEMPRE, così quelli credono di essere chissà chi, visto che vedono altri cani sempre dall'alto. E ripeto anche che a me i pitbull piacciono, non solo esteticamente. - Simone♀Wallnöfer
Una volta che ero a New York per le visite estive alla nonna etc. sono andato fa una cugina, il pinsher del figlio mi ha ucciso una scarpa nel malinteso impeto a difendere il padrone dall'inesistente minaccia rappresentata dalla mia presenza. Era una scarpa bellissima e le volevo molto bene. - Stefano. Wondarbroot from YouFeed