Giovanni Fontana
Ayaan Hirsi Ali:The Global War on Christians in the Muslim World http://www.thedailybeast.com/newswee... via @newsweek (a parte l'insensato "Christophobia")
Ayaan Hirsi Ali:The Global War on Christians in the Muslim World http://www.thedailybeast.com/newsweek/2012/02/05/ayaan-hirsi-ali-the-global-war-on-christians-in-the-muslim-world.html via @newsweek (a parte l'insensato "Christophobia")
Christophobia è ‘na parola brutta assai, proprio esteticamente, però direi che come concetto, nel senso in cui la usa lei, non fa una grinza. - Marco Beccaria
Credo che ci sia uno scivolone per quanto riguarda il Darfur, che non è abitato da cristiani. Per il resto, finché la persecuzione anti-cristiana resterà una specialità dei paesi alleati degli Usa (Pakistan, Turchia, Arabia Saudita, Indonesia, Egitto, senza contare l'Iraq), mi pare altamente improbabile che vengano prese in merito iniziative diplomatiche, mediatiche o di qualsiasi altro genere. - tamas
Marco, non sono d'accordo, fra l'altro sminuisce la gravità del concetto. Fobia è una parola precisa, qui non si parla di "irrazionale e persistente paura e repulsione", qui si tratta di persecuzioni basate su un'agenda religiosa e politica che non è – se non nei suoi riflessi – fatta di paura, ma di suprematismo. Come dice Hirsi Ali, è "knives, guns, and grenades" È chiaramente una mutuazione dell'altrettanto malinteso"islamofobia" che ha fatto successo. Anti-cristiano mi sembra invece abbia più senso. - Giovanni Fontana
Ah, be’, sì. Ma allora io eliminerei del tutto il suffisso (è un suffisso?) -fobia per quanto concerne gli odi tra esseri umani. - Marco Beccaria