Sign in or Join FriendFeed
FriendFeed is the easiest way to share online. Learn more »
Marco Massarotto
Pare che wordpress.com abbia censurato un post a @sybelle (wordpress.com censors a post of @sybelle)
Magari Arianna vi spiega meglio, ha un che di inquietante... - Marco Massarotto
cioè? - Linda
In breve: il 5 Aprile ho pubblicato un post in cui analizzavo una campagna stampa di John Ashfield, brand d'abbigliamento italiano ma dal sapore inglese, dopo averla vista per mesi pubblicata su una rivista. Nei commenti intervengono ex dipendenti e attuali presunti manager di John Ashfield che iniziano a dibattere, nonchè altri possibili clienti che chiedono ulteriori informazioni. Venerdì sera un amico mi avverte che il blog è inaccessibile: scrivo a Wordpress e mi viene chiesto (in inglese) di rimuovere dal post tutto ciò che non posso certificare come vero. Nel mio post sono contenenti opinioni sulla campagna stampa (che ritengo sia carente da certi punti di vista), ma ripeto: opinioni. Credo che il post sia stato segnalato (non so bene da chi, ma un'idea ovviamente ce l'ho) ma che non sia stato letto da qualcuno che conosce l'italiano. - Sybelle
(il blog è stato rimesso online a parte il post incriminato, che è comunque visualizzabile nella cache di Google: http://209.85.135.132/search... ) - Sybelle
sì, inquietante. molto più di di google che sforbicia via i blog che postano mp3 e quant'altro sottoposto a copyright. - Sara T.
anche io vorrei sapere il motivo. - Lvrluca
Brutta storia. - Alessio Baù
@Sybelle: credo che i curatori di wordpress si riferiscano ai commenti dove un ex dipendente dell'azienda li accusa di delocalizzare la produzione... Ma da cancellare un commento a a chiudere il blog ce ne passa! - r0by
E' un caso di mancata gestione della crisi estremamente interessante, Marco ha fatto bene a segnalarla, sono sicuro che avrà modo di approfondirla. - Maurizio Goetz
Comunque ho scritto una lunga risposta a Wordpress chiedendo nello specifico cosa avrei dovuto togliere e descrivendo le mie perplessità. Non ho mai ricevuto email che mi chiedessero di togliere, modificare o discutere qualche punto del post prima di veder sospeso il blog. - Sybelle
@Maurizio: si ma è assurdo che un'azienda possa lamentarsi di dati/notizie infondate in riferimento a un post che critica l'esecuzione di una campagna stampa... - r0by
@sybelle abbastanza inquietante...aggiornaci circa la risposta che ricevi :) - Linda
mi pare eccessivo questo comportamento da parte loro - djangol judas
ma soprattutto visto che tu puoi vedere gli ip, puoi vedere se è (come credo) morphing che è cosa contro la netiquette - wolly
@Sybelle ho messo un like perché m'interessa questa storia, non perché sono contento eh. E comunque qui mi sembra che in quanto a diritti e doveri, privacy e quant'altro (da ambo le parti, sia i fruitori che i concessionari di servizi) non siamo messi bene bene con sti sn. Stiamo andando in una direzione che non mi piace. - Massimiliano Fabrizi
Non solo è assurda questa lamentela da parte dell'azienda, ma è altrettato assurda la situazione di censura del post, ma in mancanza di ulteriori informazioni da parte di Wordpress, non mi pronuncio su questo. La critica sulla campagna espressa nel post è circostanziata e specifica, il tono molto civile. - Maurizio Goetz
Hai chiesto se hanno ricevuto una richiesta da parte di un pubblico ufficiale? - Allegra Geller
chi è che comincia a scrivere il primo post che lo traduco e lo giro a chi di dovere? - wolly
Mafe, ho chiesto delucidazioni, e le sto aspettando :) - Sybelle
Mancano tanti pezzi a questa storia che andrebbero chiariti - Wolly sicuramente può fare da "ponte" - Maurizio Goetz
il 3d è complesso, implica questioni di privacy e riservatezza, potenziale diffamazione o all'opposto pratiche commerciali e pubblicitarie scorrette. C'è tanta materia per liti legali, sicuramente Wp avrà ricevuto qualche lettera e per non sbagliare ha s-pubblicato il post, sicuramente non ci deve essere stato intento censorio, solo pararsi il culo - Lorenzo R v rs
Maurizio, Wolly mi ha contattata via DM chiedendomi di spiegargli la situazione (cosa che ho fatto :D). Sto provando a parlare io con Wordpress, rispondendo in inglese alle loro email; Lorenzo, nel momento in cui sul mio blog ci sono tutti i modi per contattarmi e un'ipotetica persona preferisce scavalcarmi e scrivere direttamente a Wordpress... ecco, sono indotta a pensare che non abbia mai avuto molto a che fare con i blogger (n.b. io adoro John Ashfield, ci sono certi capi d'abbigliamento che mi piacciono molto, non è che sia prevenuta, figuriamoci). - Sybelle
Lorenzo il post non ha nulla di strano al massimo possono essere cancellati alcuni commenti. - wolly
infatti... - A. Morloi Grazioli
Se sono vere le premesse non è strano che Wordpress abbia cancellato il post, senza inviare una mail all'autrice? - Maurizio Goetz
Fosse solo cancellare/oscurare il post, il fatto è che wordpress ha oscurato il blog già da venerdì: http://friendfeed.com/sybelle... - r0by
@sybelle, ma chiaramente dietro c'è una lotta privata tra una persona che mira a sputtanare l'azienda, l'azienda, e un ex dipendente tirato in ballo. Bellissimo 3d di commenti, davvero, un lampo di luce sulle relazioni di lavoro nell'Italia dei franchising e del sourcing nell'estremo oriente, ma probabilmente nè tu nè wp ne siete parte, secondo me alla fine wp s-pubblicandoti ti ha semplicemente tirato fuori dalla rissa che è scoppiata sul tuo blog. Si, ti dovevano mandare una mail di spiegazione, assolutamente si - Lorenzo R v rs
intendevo, ti ha tirato fuori dalla rissa prima che ti arrivasse qualche minaccia di avvocato, come sicuramente è arrivata a loro, in fondo un "favore" - Lorenzo R v rs
Lorenzo, quello che mi ha sorpreso è che nessuno - nessuno - mi ha contattata prima: sul mio blog c'è una pagina riservata praticamente solo ai miei contatti, non è che fosse difficile rintracciarmi ._.' - Sybelle
@Sybelle per quello sono daccordo al 200% perchè le comunità di open publishing si rinsaldano proprio nella gestione chiara e trasparente di incidenti di questo tipo, lo sappiamo tutti che nel web la politica dello struzzo non paga. Vediamo se recuperano, e piuttosto vediamo se ci spiegano cosa sta succedendo perchè a questo punto mi piacerebbe capire in che direzione si svolge la storia. Complimeti per il post :-) - Lorenzo R v rs
tutta la storia è assurda, prima informi la persona e chiedi chiarimenti e al massimo gli chiedi di eliminare i commenti, non gli oscuri il blog. - wolly
Io trovo davvero inquietante l'intervento di WordPress. È chiaro che ci sono volendo anche mille critiche al response management dell'azienda, ma le trovo secondarie rispetto alla censura chirurgica di WordPress, peraltro un servizio che è sempre rimasto fuori da questi problemi. Ulteriormente inquietante e grave il fatto che l'intervento sia stato fatto all'insaputa di Arianna e senza notifica. Al di là dei terms of service lo trovo una pratica inaccettabile. - Marco Massarotto
Ho letto il post sul link che hai messo, mi sembra che tu non centri proprio niente con le diffamazioni che si fanno tra di loro. Io credo (come dice @manes che il problema siano i loro commenti e non il tuo post) Il problema è come dici, che nessuno, ne l'azienda ne i responsabili di wp abbiano avuto l'accortezza di scriverti due righe, qui è un problema di diritti e di privacy lesi nei tuoi confronti, in fondo segnalarti il problema ed eventualmente oscurare alcuni commenti era fattibilissimo sia da te che da loro senza chiudere per qualche giorno tutto il blog ed oscurare ora tutto il post. - Massimiliano Fabrizi
Like di attenzione - Gaspar Torriero
Poi spero al cosa arrivi da segnalazione a WP dell'azienda (maldestra e eccessiva) e non da team di monitoraggio in lingua del servizio... - Marco Massarotto
Chiedo scusa, sono due commenti che faccio a Sybelle e mi accorgo ora che il 3d è di Massarotto. Scusami Marco. Ora mi sveglio. :) - Massimiliano Fabrizi
Massimiliano, il post censurato è di sybelle, non mio! :-) - Marco Massarotto
Sarebbe interessante se Sybelle ne parlasse al prossimo wordcamp, sintetizzando l'accaduto e raccontandoci di come si è evoluta la situazione :-) (a me piacerebbe come speech) - Pierotaglia
+1 @PieroTaglia - Marco Massarotto
like @piero - r0by
Sybelle dimmi a che ora e se venerdi o sabato, :-) - wolly
Like per seguire la vicenda. - Xabaras (G.O.)
Si lo so che è di Sybelle (ho letto anche il post). :) - Massimiliano Fabrizi
la situazione sta diventando pesante, fra blegger e wp.com. baywords, noblogs, o server casalingo? - peppe, in cerca di nick.
beh certo i commenti a difesa dell' azienda non è che siano fatti benissimo :) facile vedere come non siano genuini, secondo me chi li ha scritti neanche si è premurato di cambiare ip. @Sybelle, percaso hai fatto in tempo a controllare gli ip dei commenti? - fakedave
E' un altro caso da manuale che verrà utilizzato in aula comunque vadano le cose - Maurizio Goetz
ecco dimostrati i vantaggi di un blog selfhostato... anche se dai TOS di Wordpress credo che comunque loro *possano* farlo... http://en.wordpress.com/tos/ (che poi sia poco corretto, concordo... ma ad appoggiarsi a piattaforme esterne rischia che finisce così... che alla minima segnalazione, per non trovarsi coinvolti, ti segano...) - M.
"Without limiting any of those representations or warranties, Automattic has the right (though not the obligation) to, in Automattic’s sole discretion (i) refuse or remove any content that, in Automattic’s reasonable opinion, violates any Automattic policy or is in any way harmful or objectionable, or (ii) terminate or deny access to and use of the Website to any individual or entity for any reason, in Automattic’s sole discretion." - M.
Tutto molto inquietante ... - marco pierani
like di visibilità - Maurizio Goetz
Davvero strano... - jab aka ilpiùCattivo
Ho ricevuto una risposta da Wordpress che definirei raccapricciante. - Sybelle
postala - Maurizio Goetz
Mi dice di contattare la persona che si è lamentata del mio post (n.b. io non so chi sia), poi scrivono che nel caso la cosa non venga sistemata, gli sarà consigliato (alla persona che si è lamentata) di inviare un ordine del Tribunale. Poi dicono che leggono e parlano italiano. - Sybelle
scaricano il barile, mi pare - djangol judas
@Sybelle fai subito un export di tutti i tuoi post che è il caso di passare ad un self hosted. - wolly
... e anche questo thread si merita l'hashtag #sonbeimomenti - Sybelle
Sono basita. Dovrei pure essere una veggente per capire chi è stato a contattare Wordpress. - Sybelle
comunque io domani ripubblico il post di sybelle sul mio blog,se lei è d'accordo, con commento in inglese e sarebbe carino se lo facessimo in tanti. - wolly
like per diffusione - Poggy ఠ_ఠ
Ehm... consigli? ._. Ho riscritto a Wordpress per cercare di capire come potrei contattare le misteriose persone che hanno segnalato il mio post. - Sybelle
come ti dicevo esporta tutti i post, poi passiamo ad un tuo hosting personale. Poi, io sono bastardo lo so, farei una telefonatina alla GDF segnalando il commento dove viene detto che non è vero che è made in italy e loro vanno subito a verificare, tu non corru nessun rischio perchè li informi di un possibile reato del quale sei venuta a sapere tramite commento, tracciabile. - wolly
veramente incredibile sta storia - Pluto in USA
Più che altro non ho più accesso agli IP dei commentatori e quando sono andata a esportare i miei post ho notato che ora ci sono due autori: la sottoscritta e una delle persone che lavorano in Wordpress (e con cui mi sto scrivendo). Bellissimi momenti. - Sybelle
(senza parole) - Roberto
l'occhio indiscreto... - emanuele menietti
wolly, prima di leggere il tuo commento c'avevo pensato anch'io. Re-post di massa :) - Blà VS Food
assolutamente da fare, con testo in inglese che dice che wordpress.com ha censurato - wolly
Diciamo che se si ripetesse la cosa su WordPress scenderebbe una luce allarmante, il che è un peccato visto che ha una ottima reputazione online, non solo in Italia. - Marco Massarotto
Nel mentre cosa mi consigliate di fare? (oltre ad aspettare l'ennesima risposta da parte di Wordpress ed esportare il blog? :D) - Sybelle
il blog lo dovresti già aver esportato. cerca un hosting e scegli i plugin. - peppe, in cerca di nick. from IM
metti l'export al sicuro :D - Blà VS Food from IM
Ok, ma alla velata minaccia del simpatico tribunale? :D - Sybelle
Tranquilla Ary, ti portiamo le arance in cella! E i macarons! Io sono favorevole al repost - Pierotaglia
"salveeee" funziona sempre - Blà VS Food from IM
rispondi che al tribunale ti rivolgi tu perchè ti è statonegato il diritto di espressione, garantito sia in italia che in america visto che tu hai espresso dei pareri personali senza aver diffamato nessuno - wolly
Resta il fatto che i signori di John Ashfield dovrebbero capire non si può fermare la rete. Apri un altro post con un altro account :-p - Anto. Ⓐ
... e mi cerco un avvocato? >_> Voglio Ally McBeal! - Sybelle
secondo me qui ne trovi di avvocati senza alcun problema disposti a portare avanti la causa - wolly
ehm se serve una pagina in più dove mirrorare il post ditelo. Ho già anche l'immagine da usare: http://blog.felter.it/2008... - Felter Roberto
basta chiedere a Tiziano Solignani :D Ma ce ne sono anche di più specifici proprio per le cause 2.0 - Blà VS Food from IM
Esportalo in svizzera, Sybelle :-) - Marco Massarotto
Ma quale causa, dai, non è questo il punto. Il punto sono le modalità operative dei servizi web che diventano sempre più invasive e sempre meno trasparenti. - Marco Massarotto
o in islanda - peppe, in cerca di nick. from IM
ottimo felter :-) - wolly
nel mio piccolo, ho ribloggato - Gaspar Torriero
backup, subito. Tutti i post, tutti gli autori. Non dimenticare le immagini che hai eventualmente uploadato: ripassati i post e scaricale a mano, che ti serviranno per metterle sul blog nuovo. Se serve fare le cose in fretta, nel frattempo ti ospito io sul mio account DH: se il dominio è un .net o .com nel giro di un'ora è attivo. - Andrea Beggi
WHAT. THE. FUCK. - dario
Grande Andrea Beggi, un uomo, una task force delle libertà online... :-) - Marco Massarotto
Mitico Beggi, il fatto che da solo costituisca una task force però forse è offensivo dal punto di vista fisico :D - Blà VS Food from IM
sì, però non esiste. Se WP.com ha rimosso dei contenuti, o lo hanno fatto perché hanno ricevuto una richiesta ufficiale (ma non da pincopallo, da un'autorità come ad esempio un giudice che sta facendo delle indagini su una denuncia), in pratica un subpoena, oppure si sono grigliati. - dario
attendo il post da repostare ovunque... - deadmanwriting
A questo punto attendo anch'io il post :) - Sybelle
metto anche io in like d'attenzione, ma mi chiedo dove stiamo andando a finire con le storie sulla libertà e il web 2.0.. bisognerebbe parlare di questo nei prossimi eventi, non di teoria delle reti.. Max solidarietà a sybelle. - epellegrino™ aka enrico from BuddyFeed
il mio è qui http://wol.ly/2010... - wolly
anche gilioli ha scritto http://gilioli.blogautore.espr... - wolly
Sybelle: se serve un hosting, anche subito, mi raccomando. - Gianluca Neri
Direi un ottimo pomeriggio per la reputazione di WordPress in Italia. :-) - Marco Massarotto
Sorbole! - Sybelle
direi che anche il refuso l'angola al posto di l'angolo è bellissimo e lo lascio li :) - wolly
(riguardo ad esportare il blog: fatto. Per le immagini ci penso dopo >_<. Arrivo, arrivo! Grazie a tutti :) - Sybelle
ovviamente, di corsa http://dottorblaster.it/2010... - Blà VS Food from IM
approvo sentitamente la sollevazione... ma se volete fare veri danni, mettete il titolo del post di Sybelle anche nel titolo dei vostri reblog ;) così finite sui motori di ricerca per l'oggeto dellacensura e allora sì che è una bella legnata per la reputazione :P (anche del segnalante non solo del rimuovente) a mettere solo "censura" o robe simili attirate solo 1/4 dell'attenzione possibile... - M.
il mio piccolo contributo http://www.dioblog.it/cedmax... - cedmax
@Martino, il bersaglio è il produttore d'abbigliamento o wordpresscom? :) - peppe, in cerca di nick.
http://www.thepopuli.it/2010... - eccoci pure noi. Copiato da Gilioli per diffusione - F.
avendo visitato personalmente una decina d'anni fa l'azienda in quel di Meldola, non mi stupisco affatto. Ora vado a ripubblicare anch'io. - Alessandra Farabegoli
il bersaglio è la libertà di espressione - wolly
come bersaglio intendevo "per quale keyword vogliamo comparire?". - peppe, in cerca di nick.
certo che il PR di wolly avrà una bella botta ;-) - cedmax
@peppe: wordpress/censura ? - r0by
Ripeto: io non ho mai ricevuto nessuna spiegazione precisa del perchè il post è stato censurato. Non so se sia per il post in se' o per i commenti (il che è più probabile). Mi piacerebbe sapere chi mi ha segnalato a Wordpress e perchè non mi ha contattata prima. Aspetto una risposta da Wordpress: mi hanno appunto detto di rivolgermi a chi ha segnalato il post. E io non so chi sia stato. Non vedo una soluzione logica. Sono perplessa. - Sybelle
Nessuno sta linkando wolly, lo faccio notare - Blà VS Food from IM
io nel mio post ho fatto un mini commentino alla faccenda - Blà VS Food from IM
@dottorblaster, io linko wolly, da tumblr, e i reblog si portano anche il link dietro. - peppe, in cerca di nick. from IM
@r0by pensavo proprio a queste. - peppe, in cerca di nick. from IM
e il mio PR sta già bene :-) - wolly
ah vabbeh da Tumblr non so, io ho controllato i post sui blog :D - Blà VS Food from IM
@wolly: non volevo suggerire che fosse una tua mossa commerciale, beninteso, era solo un'annotazione :-) - cedmax
Il mio contributo alla causa [http://tinyurl.com/ylm3sh9] pubblicato sul mio tumblr. - Massimiliano Fabrizi
Non so se servirà, e non ho un blog, però ho messo online sul mio server una copia precisa della cache di google, hai visto mai che sparisca anche quella: http://www.fantasiadomain.com/johnash... . Anzi, se avete suggerimenti su come farlo indicizzare etc, non ci metto molto a editare i file - LaMucci
ah ma poi io volevo dire una cosa. IO sto John Ashfield non l'ho manco mai sentito, sarà che vesto praticamente solo roba targata Via Sannio :P però da come lo dicono lì, un grande brand nazionale... eh? O_o - Blà VS Food from IM
cma i blogger i blogger sono gente strana (cit.) e per questo li amo :) - wolly
interessante questo commento sul blog di gilioli http://gilioli.blogautore.espr... - wolly
postato anche io:http://blog.felter.it/2010... ho aggiunto questo, perchè dopotutto è quello che vogliamo no? "All’autrice hanno risposto che deve chiedere a chi ha chiesto l’oscuramento del blog il perchè. Dato che lei, ovviamente non sa chi sia, in rete molti hanno deciso di darle una mano. Quindi stiamo ripostando in tanti quello che lei ha scritto, cosi, se quello che l’ha fatta oscurare legge, può contattarla e spiegarle. :)" - Felter Roberto
lol felter sei geniale stiamo fornendo un servizio pubblico :-) - wolly
ribloggo fra pochi minuti - Maurizio Goetz
Pensa che potere può sentirsi chi sente il dovere di censurare...senza capire che può solo peggiorare la situazione. Un' ennesima "case history" che farà storia.... - Daniele Vinci
cavolo leggo ora, è pazzesco. da wordpress non me l'aspettavo - sh3
si puo' avere un qualcosa del post? vorrei metterlo nle mio di blog che è sotto cannocchiale.it di marco travaglio - sh3
Pensa che potere può sentirsi chi sente il dovere di censurare...senza capire che può solo peggiorare la situazione. Un' ennesima "case history" che farà storia....questa discussione ne è testimonianza... sicuramente molte persone della discussione non compreranno più o lo faranno in maniera molto critica John Ashfield...sbaglio???? - Daniele Vinci
Massarotto, sono molto meravigliata di questo tuo thread. Hai scatenato un vero putiferio rispetto ad una piccola azienda. Come ti sentiresti se in mezzo a questo fuoco di fila ci fosse uno dei tuoi clienti e tu dovessi difenderli da una simile alzata di scudi? In ogni caso, un abbraccio di incoraggiamento a Sybelle, che è giovane ma coraggiosa - Chiara Confalonieri
per il poco che conosco Massarotto, dubito che un'azienda sua cliente pesterebbe una merda così, Chiara - Alessandra Farabegoli
@Chiara: se chiedessero scusa e ammettessero di aver pestato una merda, ad esempio, ne guadagnerebbero molto in immagine (e molti dei reblogger aggiornerebbero i post, credo) - cedmax
il mio post sul caso di censura wordpress-johnashfield http://tinyurl.com/yb9bsva #in - Alessandra Farabegoli
N.B. Non si sa se siano stati proprio quelli di John Ashfield a segnalare il post... ma chi altro avrebbe avuto interesse nel farlo? - Sybelle
continuate ad aggiornare il thread - Maurizio Goetz
cominciano gia' ad esserci i primi pronunciamenti contro chi fa la voce grossa sperando che nel dubbio gli hoster chiudano/oscurino "Antitrust sanziona per pubblicita' ingannevole azienda che aveva chiesto oscuramento di un forum Aduc" http://www.aduc.it/comunic... - FedericaB.
cmq posso confermare, lavorando dalla parte "di qua" della barricata, che ci vuole sangue freddo per non saltare sulla sedia quando arrivano queste diffide, sono scritte appositamente per mettere paura. - FedericaB.
Gabry, come ho detto non so chi sia il "mandante" :) Federica, per ora nessuna diffida, solo il commento di Wordpress in merito al Tribunale ._.' - Sybelle
La cosa più patetica sono i quattro commenti tra il 13 e il 15 novembre che vorrebbero sembrare genuini... Inoltre non conosco i prodotti John Ashfield, ma spero sia più curati del sito e delle campagne pubblicitarie. - Matteo D. Adreani
@sybelle ho riletto e trovato il posto dove lo dici: come sarebbe che consigliano al lamentante di rivolgersi al Tribunale *dopo* averti chiuso il blog? Era la cosa da fare per prima, senza neanche starti a disturbare a te... e' come se avessero preso le parti in una diatriba fra utenti. Devi aver beccato un tizio al primo girono, non ci posso credere che non abbiano una procedura per casi del genere - FedericaB.
Federica, sì, hanno oscurato il blog senza farmi sapere niente di niente. Solo dopo uno scambio d'email (in cui io chiedevo spiegazioni che non ho mai ricevuto) mi hanno accennato la questione del tribunale. Molto bello. - Sybelle
Sybelle, vedrai che adesso quello che ha chiesto di oscurarti il blog da qualche parte salta fuori, lo stiamo cercando tutti?! :) - Felter Roberto
Felter, certo, ma visto come si è comportato fino ad ora... - Sybelle
Sto scrivendo anche io un post in merito :) Forza Sybelle, non ti abbattere. - Niki Costantini
No vabbè, non mi abbatto (mi preoccupo solo un pochino, ecco >_>) - Sybelle
postato anche su http://www.commonsensedispenser.com, chissà che non serva da monito per la parte di rete che non frequenta FF :-) - Alessandra Farabegoli
a me è successo una sola volta con Splinder, un problema di "protesta". Splinder mi ha invitato a rimuovere un post, io ho espresso le mie ragioni e il post è rimasto lì - mazzetta
@mazzetta beh mi sembra che Splinder si sia comportata meglio di WP in quel caso: chiedere, ascoltare, e valutare. - Alessandra Farabegoli
solidarietà a Sybelle e indignazione per i modi a parte, non vi sembra una perversione che WP.com debba rispondere legalmente e/o economicamente di quello che scrivono i blogger o i commentatori dei blog? non sarebbe meglio se chi scrive qualcosa si prendesse per intero la sua responsabilità? - diegodatorino
comunque -a prescindere- il back up del file di esportazione lo faccio spesso e ho già "occupato" altri 2 hosting, che non si sa mai.... - mazzetta
@ Alessandra, senza dubbio, tanto più che spesso arriva gente allo sbaraglio con pretese assurde, anche se per lo più mi scrivono direttamente... che poi finisce allo stesso modo lo stesso, denunce vere non se ne ho viste mai - mazzetta
@diegodatorino il ddl 70/03 che recepisce la direttiva comunitaria detta "del commercio elettronico" http://www.interlex.it/testi... stabilisce che anche il fornitore di hosting e' responsabile se, avvertito del reato che si commette attraverso i suoi sistemi non interviene. non e' detto chiaramente che *debba* oscurare. Pero' proprio sbattersene i cosiddetti, ecco, non puo'. E in questo caso cmq siamo un passo ancora prima: e' tutto da decidere se anche ci fosse odore di possibile reato. Per quello parlavo di sangue freddo, qualche intervento fa... - FedericaB.
esatto. (ribadisco solidarietà a Sybelle e indignazione per i modi, i tempi e tutto) ma la domanda, ipotetica, rimane: non sarebbe meglio se wp.com non fosse ritenuta corresponsabile ma la responsabilità se la accollasse chi ha scritto? - diegodatorino
scusate, ma a parte il comportamento di Wordpress e la scontata solidarietà a Sybelle, qualcuno ha fatto una qualche verifica con l'azienda in questione? perché fare pubblicità brutte non è un reato e se fosse solo quella la loro colpa uscirebbero abbastanza massacrati da tutta questa mobilitazione, dietro la quale ci potrebbe anche essere un concorrente - Marco marmaz Mazzei
Marco, è ben specificato che non si sa se sia stato proprio John Ashfield... - Sybelle
al momento quelli massacrati sono quelli di wordpress, visto che tutti intitolano wordpress censura. - Felter Roberto
infatti nel mio post è scritto in chiaro e si parla di wordpress.com che ha censurato - wolly
@Marco non mi sembra che qui si stia discutendo della pubblicità della JA, e credo che sia lecito apprezzare o meno una campagna, da chiunque sia fatta (per dire, su Diesel e sul PD se ne è dette di ogni, peraltro a ragione..). Personalmente mi inquieta il comportamento di Wordpress, l'opacità delle risposte, e anche il tono patetico dei commenti "a difesa dell'azienda" - Alessandra Farabegoli
ragazz*, non scherziamo: avete tutti ripubblicato *solo* il commento dal quale l'azienda esce massacrata; ripeto, non so chi siano e magari sono il male in persona, ma non mi dite che non siete consapevoli del fatto che così li state massacrando - Marco marmaz Mazzei
(Vediamo come si evolverà la cosa :) grazie a chi si è offerto di hostare il mio blog: purtroppo sono senza connessione a casa per vari problemi, quindi stasera fate i bravi :D) (Grazie a tutti per il supporto. Davvero) - Sybelle
Questo è lo spazio dell'azienda su Facebook - http://www.facebook.com/pages... - Maurizio Goetz
Sybelle, se vuoi un server bolognese non hai che da chiedere ;) - Ladra di Caramelle
deve essere arrivato un consulente di brand reputation 3.0, gli ha aperto la fanpage e li ha proiettati nel magico mondo delle conversazioni online ;-) - Alessandra Farabegoli
rebloggo anche io... pazzesco. pure io ho un blog su wp.com, ma adesso come adesso valuterò se migrarlo altrove. - Marta
(... sono sempre più preoccupata per la questione "Tribunale". Wordpress non risponde alla domanda in merito all'identità del "mandante" e credo che la mia coinquilina @Amberbee voglia imbottirmi di tisana rilassante al finocchio >_> Help) - Sybelle
sedatela :D - Blà VS Food from IM
... e chi sei, Dottor House? :D - Sybelle
no, sono peggio :D - Blà VS Food from IM
Uhm ._. ma ora cosa dovrei fare? Rimuovere il presunto-forse-possibile commento incriminato? - Sybelle
Arrivo ora. Solidarietà ho letto il thread. Mi aggrego appena posso postare... Che in mobilità non ce la faccio ora. - catepol from iPhone
devono dirtelo loro cosa fare :D - Blà VS Food from IM
Sono d'accordo con Marco Mazzei, il problema non è l'azienda, è il comportamento di WordPress in questo caso... - Marco Massarotto
beh anche l'azienda triste la sua parte eh. mi vien voglia di approfondire il discorso "produciamo tutto in scozia e irlanda". Seh. Certo. - sushi_closed
I problemi sono due che si stanno confondendo, un primo riguarda il comportamento di Wordpress, ma l'azienda di abbigliamento viene tirata in ballo se vogliamo parlare anche del tema della reputazione e della comunicazione trasparente. - Maurizio Goetz
Concordo con Marco. Wordpress non sta fornendo modo per risolvere la questione, oltretutto, non rispondendo alle mie domande (come appunto chi sia il misterioso mandante, che può anche essere JA ma a questo livello non lo so con certezza) - Sybelle
Piccolo esempio: Azienda trova qualcosa su un blog che danneggia la sua immagine. Si rivolge a Legale chedendogli di tutelare Azienda, facendo rimuovere ciò che danneggia magari rientrando del danno subìto. Legale cerca a chi richiedere la rimozione e i danni, ha più scelte: ricercare chi ha effettivamente recato il danno (difficile, perché è un commento "anonimo"), chi sta editorialmente ospitando il commento (il webmaster, ma anche qui non è facilmente identificabile, forse è contattabile...) e chi mette a disposizione il servizio, che è un'azienda con una sede legale (e di certo non spiffera ai quattro venti i dati dei propri utenti) etc. Ecco il primo (il commentatore) è difficilmente identificabile e rintracciabile, il secondo (webmaster) è contattabile al più, il provider è contattabile ed identificabile. Mando a quest'ultimo la raccomandata o comunque una comunicazione che ho la certezza che venga letta, ponendo il provider a conoscenza di un danno che Azienda sta subendo. Contestualmente risolvo un problema: chi mi pagherà i danni. L'azienda è più facile che possa pagare e sia disposta a contrattare, gli altri soggetti boh (non posso neanche identificali) potrebbero essere nulla tenenti. Il provider riceve la diffida, si fa i suoi conti considerando i vari costi e decide il da farsi. IMHO Wordpress può aver fatto così: messo offline i contenuti (facendo cessare il danno) e un accordo di risarcimento per non impegolarsi ulteriormente. Il danno al secondo soggetto (webmaster) non è considerato, perché legalmente lo stesso ha accettato i Termini dell'erogazione dei Servizi. - Dario Pecorella
Grazie del parere Dario. - Marco Massarotto
@Dario, il problema, a mio avviso è proprio il mancato coinvolgimento del Webmaster/Sybelle sia da parte di chi voleva la rimozione dei contenuti, sia da parte di wordpress. Sia io che lei siamo perennemente collegati e, a una richiesta rispondiamo sempre. Penso che il punto di Sybelle sia proprio quello: la mancata richiesta e la chiusura del blog :-) - Pierotaglia
inoltre verissimo che i tos di wordpress permettono a loro di chiudere quello che vogliono quando vogliono ma, il fatto di censurare a priori non mette in buona luce il servizio che erogano. - wolly
sul fatto che wp abbia agito male non ci sono dubbi. - Dario Pecorella
Pierotaglia ha ragione: io avrei sicuramente dato una risposta alle loro richieste. Già nel post incriminato un giorno mi fu chiesto di censurare un nome proprio da parte di uno dei commentatori: richiesta esaudita, mi pareva giusto anche da un punto di vista di privacy. La totale assenza di contatti prima della chiusura del blog mi stupisce, così come la totale assenza d'informazione. (comunque alla fine ho rintracciato gli IP dei commentatori :) - Sybelle
Incredibile - PICCHU
sono uguali quelli dei vari commentatori a favore dell'azienda? - wolly
@Sybelle e Piero: sì, forse avreste risposto perché siete persone corrette, ma in generale avreste potuto "non ricevere" comunicazioni che non siano verificabili o non abbiano valore legale. - Dario Pecorella
Wolly, non sono uguali ma provengono tutti dalla stessa zona. - Sybelle
Dario, quindi tu cosa consigli (visto che mi sembri alquanto ferrato)? - Sybelle
ok chiaro - wolly
principalmente di richiedere a WP i dati del tuo blog, che comunque ti appartengono. Per il resto come ti è stato suggerito mi terrei fuori dalla rissa che si è generata (perché di fatto si tratta di un battibecco di cui tu sei solo una spettatrice non pagante). - Dario Pecorella
Solidarieta' a Sybelle. Qui il mio reblog: http://www.gianfrancopellegrino.com/2010... Vediamo come va questa storia. - netgeek | Джанф
Dario, il mio blog è stato già riattivato, a parte quel post che rimane "privato". Riguardo ai commenti: secondo te dovrei rimuoverlo o lasciarli con tutti gli ip per future possibili indagini? (#sonbeimomenti, @Amberbee mi porta davvero la tisana :D) - Sybelle
@ Dario "rissa" in che senso, qui ti perdo... - Marco Massarotto
Marco, penso che Dario si riferisca al botta e risposta nei commenti al post. - Sybelle
rissa: il battibecco tra i commenti su come lavora l'azienda, ex dipendenti etc. - Dario Pecorella
Ah ok, scusa, chiaro... grazie - Marco Massarotto
@sybelle: salva tutto il salvabile, non si sa come evolverà la situazione, avere tutti i dati è utile. Per privato intenti che non è pubblicamente visibile o che anche tu non hai fisicamente accesso ai dati? Comunque, se trovi scorretto il modo in cui WP.com ha gestito la situazione (e chiaramente c'erano modi più trasparenti di gestirla), come ti è stato suggerito puoi cambiare aria, su altre piattaforme come su un tuo spazio etc. Secondo me l'importante è sempre svicolare il più possibile dalle situazione degenerate. - Dario Pecorella
ciao, son la conqui-prepara-tisane-al-finocchio di Sybelle. Personalmente non ho un blog su WP e se avevo la minima intenzione di farne uno dopo questo scherzetto di scarsa considerazione verso i blogger di una delle piattaforme più conosciute, nata ed espansa proprio grazie a loro, bene, da stasera m'è passata la voglia. Letto mail, letto post e ovviamente qui ci si para solo le beneamate chiappe senza realmente fare la cosa più ovvia: infomare i diretti interessati. Buonanotte! (Dario: il post non è più pubblicamente visibile ma Sybelle lo può vedere in toto) - AmberBee
sedala :D - Blà VS Food from IM
già fatto..ù.ù sono lesta e astuta iooo! - AmberBee
WordPress ha certamente agito con leggerezza, ma credo sia quello che avrebbe fatto un qualunque fornitore di servizi gratuiti: al minimo accenno chiudere tutto. Me lo confermò tempo fa un amico che gestiva un servizio analogo: neppure il beneficio del dubbio, appena arrivava una lettera chiudevano tutto perché non potevano permettersi di essere trascinati in cause dispendiose. (Anche se dimostri che hai ragione, quasi certamente ti paghi le spese). Certamente non è "censura" per difendere terzi, è solo cautelarsi. E' una delle cose che va accettata quando si decide di utilizzare un servizio gratuito. Detto questo, potevano essere più collaborativi con Sybelle. - Andrea Beggi
Ti quoto in toto Andrea. - Dario Pecorella
Concordo pienamente. Come non penso che a livello legale le succederà qualcosa.. ma a scanso di equivoci chiede sushi invece di arance! - AmberBee
ah, vuole essere trattata bene la principessina :D - Blà VS Food from IM
niente riviste di dubbia moralità o sigarette? - Dario Pecorella
solo perchè, dice, è perennemeno in carenza di fosforo... le crediamo?? >_> - AmberBee
dille che anche la sogliola è ricca di fosforo :D - Blà VS Food from IM
nel sushi la lima non ci sta. - Andrea Beggi
hahahhahah mitico :'D Potremmo portarle un pesce spada per questo sai. - Blà VS Food from IM
Dario, Andrea, da un punto di vista strettamente formale avete ragione. Si possono parare il culo e lo fanno. Però cazzo adesso devono trovarlo scritto anche sulle pareti dei cessi dell'autogrill che wordpress.com pur di pararsi il culo non manda una mail che è una nemmeno per dire che stai chiudendo il blog. Questo è il minimo che debba ottenere gente cosi. - Felter Roberto
dipende dai fornitori di servizi gratuiti, per una startup francese senza una lettera dell'autorità giudiziaria non toglievo nulla, contattavo il blogger e cercavo di vedere con lui. (tranne ovvi casi pedofilia/incitazione all'odio razziale minacce etc) NB: ho letto pochi post riguardo questo fatto ma su ff continua a venirmi su e ho voluto mettere i miei 2cents. buonanotte - FullSite
Roberto, ho detto che anche secondo me potevano almeno avvertire. - Andrea Beggi
Dirò di più: se ricevessi una lettera da un avvocato che chiedesse la cancellazione di un mio post, non credo che avrei il fegato di rifiutare: al di là delle questioni di principio, ho delle responsabilità nei confronti della mia famiglia. - Andrea Beggi
in ogni caso ricevuto mail dai capi che stanno investigando, vi tengo informati anche se non ho alcuna aspettativa. - wolly
Scusate eh, ma il team di wp credo che ci impieghi un nano secondo a rintracciare il blog e la blogger incriminata una volta avuti i giusti input. Scrivere una lettera, una mail, semplicemente per almeno avvertire, anche in inglese (mica in italiano) credo fosse dovuto. Una azienda che ha fatto crescere così tanto il web 2.0 e che dovrebbe almeno in teoria (perché in pratica ...) conoscere a menadito la reputazione on-line e tutte le dinamiche, (scusate il francesismo) pisciare così fuori dal vaso non se lo aspettava nessuno, visti i commenti, dai più autorevoli fino all'ultimo dei moicani. Qui non si discute solo della reputazione della JA ma anche di quella di WP che mi sembra non stia andando nella giusta direzione. Che poi come dice @Beggi o @Dario l'azienda decide di chiudere a carattere preventivo ci può anche stare, ma il modo è molto discutibile. - Massimiliano Fabrizi
Che poi magari è solo l'errore di un novellino che non sa gestire la cosa. - Andrea Beggi
Andrea, se wordpress.com ha un novellino che può mettere down un blog cosi, senza un minimo di idea, forse è ancora peggio che averlo fatto volontariamente. :) - Felter Roberto
Lo dico perché quando parlai con Matt Mullenweg mi sembrò alquanto illuminato. - Andrea Beggi
Automattic è un'azienda, non è solo fatta da Matt. O almeno spero non c'entri lui, anche perchè l'ho sempre preso come un modello da imitare. - Nicola Greco
per ora Matt non sa nulla, sto parlando con varie persone ma ho preferito evitare di parlare con lui, per ora. - wolly
seguo con attenzione, e solidarizzo con sybelle - Asa
seguo anch'io e intanto avviso Guido Scorza di scaldare i motori... ;-) - Iabicus
arrivo anch'io, per quello che può servire. Solidarietà a sybelle - ArMyZ e S.elene
Wolly se sei in contatto con Matt secondo me è il caso di dirglielo, questa cosa (che mi sembra assolutamente contraria allo spirito e stile WP) + più il fatto che tutta la blogosfera italica organizzatori del wordcamp compresi reblogghino "wordpress censura" mi sembra affare che merita la sua attenzione e quella dei massimi vertici WP (mho - per il resto sono d'accordo con tutti e quoto Andrea Beggi qui sopra) - marco
Nota a margine, non è la prima volta che vedo WP fare un numero del genere. Un paio di anni fa, c'era un dipendente di The Sims Resource (sito di vendita custom content per il gioco The Sims 2) che aveva fatto su WP (sotto pseudonimo) un blog in cui raccontava le malefatte dei suoi datori di lavoro. Il suo blog è stato cancellato dopo semplice protesta della The Sims Resource. Se volete riferimenti, il blog è qui (migrato altrove, ovviamente) http://tsr.mustbedestroyed.org/ - LaMucci
Wolly, se riuscissi a capire cosa dovrei fare (o cos'è che vorrebbero che io facessi per risolvere la questione)... Io non ricevo risposta. - Sybelle
Vi prego, prendete anche in considerazione l'eventualita "errore umano": molti di noi lavorano in situazioni simili, magari adesso c'è uno stagista terrorizzato nascosto sotto la sedia. - Allegra Geller from iPhone
Mafe, ma ci mancherebbe :D Però insomma, che rispondessero senza tirare un ballo tribunali >_> - Sybelle
Ancora niente risposta da ieri??? - Blà VS Food
Lol Mafe, io ho solo fatto un Twit ieri pomeriggio, adesso se dici che c'è uno stagista terrorizzato sotto la sedia mi vengono i sensi di colpa :-) - Marco Massarotto
No, dai, pero' diciamolo: spesso a pensar male si sopravvaluta il sistema ;-) - Allegra Geller from iPhone
@sybelle, non dicevo tanto a te, ma a questa specie di crociata contro Wordpress emersa a partire dalla tua segnalazione (correttissima). Il tirare in ballo tribunali mi conferma la possibilità dell'errore di un singolo inesperto. - Allegra Geller
penso che Matt farebbe un po' di culi a strisce se sapesse :D - Blà VS Food from IM
(Alessio: no, niente risposta) - Sybelle
ci mettono quasi più della mia prof di Elementi di Algebra e Logica a rispondere alla posta :D - Blà VS Food from IM
just my 2 cents: http://blog.armandoleotta.com/2010... e su posterous http://lascaricadei101.posterous.com/censura... All'interno anche un sunto in inglese - ArMyZ e S.elene
hehehe bel danno alla reputazione di John Ashfield E di Wordpress... http://www.google.com/search... così imparano a fare del reputation management serio invece di fare la voce grossa... - M.
vorrei ribadire che nessuno sa chi ha fatto la segnalazione, il tutto è a favore della libertà di espressione e contro il comportamento censorio di wp.com. - wolly
Quoto e riquoto Wolly :) per ora non si sa niente - Sybelle
@wolly, il mio punto è che prima di parlare di "comportamento censorio di wp.com" io mi assicurerei che non ci sia la responsabilità di un singolo zelante. Ti faccio un esempio: al mio primo lavoro importante avevo un'assistente che doveva rispondere alle mail degli utenti (centinaia di mail). A un certo punto questa smette di mettermi in bcc (ti parlo di preistoria), due giorni dopo scopro che, completamente sclerata, aveva cominciato a rispondere insultando tutti. Non credo sia un caso isolato. Questo non giustifica wp, ma tra "grave errore di procedura" e "comportamento censorio" per me c'è una bella differenza. - Allegra Geller
@mafe hai ragione sul tuo ragionamento, ne sto discutendo con loro poi vi faccio sapere. - wolly
@wolly, @sybelle: purtroppo mi sembra che in maniera un po' leggera la reputazione dell'azienda sia già in caduta libera, nei commenti del blog di Gilioli ad esempio ed anche qui con il commento di @Martino M. sembra che sia già stato emesso una condanna a priori. Un po' mi fa paura. - MassiGrassi
Mafe, che ne dici di "grave errore di procedura che produce un atteggiamento censorio"? Il risultato finale è una censura brutale, e il responsabile è wordpress.com, indipendentemente da chi ne abbia la colpa. - Gaspar Torriero
@gaspar, sulla carta hai perfettamente ragione. Nella vita quotidiana io sono più sfumata e sono anche spaventata da quanto siamo tutti attenti a rispettare l'umanità e le persone e i diritti, però quando un'azienda sbaglia ci immaginiamo subito Brazil e non un insieme di persone umane con i loro cazzi e le loro magagne e la difficoltà oggettiva di gestire un casino del genere, dopo. - Allegra Geller
Il giudizio delle persone può cambiare, l'azienda di abbigliamento potrebbe far rientrare la crisi, ha un profilo su Facebook per questo dovrebbe sapere come ci si muove in rete. Del resto a torto o a ragione non si può impedire alle persone di pensare come vogliono. Non è una novità il dire che gli assenti hanno sempre torto. Spesso le aziende non si curano dei problemi dei loro clienti, non si capisce perchè i clienti attuali e potenziali si dovrebbero curare dei problemi delle aziende. Non è mica un problema loro. - Maurizio Goetz
@Mafe Sybelle è in contatto con Wp da venerdi e non è stato cavato un ragno dal buco se non velate minacce, credo che il tempo per la gestione dell'emergenza ci sia stato. - wolly
(Nel mentre ho mandato una seconda email per capire cosa posso e devo fare per risolvere la questione. La simpatica parola "Tribunale" non è che mi piaccia eccessivamente. Aspetto) - Sybelle
Leggo ora, vicenda surreale. Solidarietà a @Sybelle e in bocca al lupo, peccato per wordpress: tutto questo mette in dubbio la fiducia nella piattaforma 'free' :( - ((°}
@wolly, non tutti sono veloci come Google ;-) - Allegra Geller
Il vero #fail comunque è che non le abbiano scritto per chiederle gentilmente di cancellare il commento incriminato, come consueto in questi casi. - Allegra Geller
@mafe se l'avessero fatto, ora non saremmo qui a discuterne, ti pare? :) - Giovy
@giovy, sì, mi pare, quindi? Non posso sottolinearlo? Per te è così scontato che se ti chiedono di cancellare un commento tu lo cancelli? E se te lo chiedono gentilmente e tu non lo cancelli e loro applicano le condizioni di servizio, saremmo qui a discuterne o no? - Allegra Geller
è facile scagliarsi contro "i cattivi" in casi del genere, ma ci andrei con cautela... non mi riferisco ovviamente a Sybelle ma a vari commenti visti in giro che riprendevano la notizia criticando wordpress.com senza possibilità di appello. Certo anche loro 5 minuti per scrivere una mail potrebbero trovarli... - Tommaso Baldovino
Se dovesse emergere una posizione differente da parte di Wordpress da quella che qui emerge, sono sicuro che le persone che qui hanno discusso della vicenda, avranno il buon senso di rettificare quanto hanno scritto anche sul blog, certo che il silenzio delle aziende coinvolte non aiuta. - Maurizio Goetz
Ma c'era stata la stessa sollevazione popolare anche per la chiusura della fanpage di Stark/Spinoza su FB? - Matteo Balocco
@mafe infatti NON è scontato che, se mi chiedessero di cancellare un commento, lo farei. Se me lo chiedessero gentilmente, io non lo cancellassi e loro applicherebbero le condizioni di servizio ok, ci sta tutto. Il problema è che loro NON hanno fatto nulla di tutto questo, hanno cancellato tout court. E sinceramente, se fosse successo a me, me ne sarei fregato se la colpa è dello stagista, piuttosto che del senior, piuttosto che del CEO; la colpa E' di WP.com, indipendentemente da chi abbia commesso materialmente la cosa. Non mi interessa capire le sfumature, non in questo caso almeno; sono cose che NON si fanno, semplicemente. - Giovy
Come ho già scritto se WP.com avesse uno stagista in una posizione tale da poter fare un casino simile, sarebbe ancora peggio che averlo fatto volontariamente :) - Felter Roberto
sulla possibilità di sbagliare ovviamente non si discute. Ma qui, a seguito di una chiara e ripetuta disponibilità di sybelle ad intervenire ove ci fosse il problema, si è continuato a trascurare la cosa. E allora le giustificazioni diventano sempre meno. - Felter Roberto
tutti sbagliamo anche le aziende, ma possono rettificare in ogni momento. Quasi nulla è irriversibile - Maurizio Goetz
@pm10 e Maurizio esatto, avete ragione... errare è umano, perseverare è diabolico. E loro stanno perseverando, trascurando e/o ignorando la cosa. E come ha detto giustamente Roberto, "le giustificazioni diventano sempre meno" - Giovy
Curioso comunque che la chiusura di un blog fornito in servizio ASP sollevi molte più rimostranze di spazi dedicati su social network, come se in quel caso la produzione di contenuti sia "di diritto" più sacra rispetto a, chessò, la chiusura di un profilo Facebook o di un account MySpace. Mi sembra un aspetto molto interessante nella percezione su ciò che normalmente si considera degno di essere difeso e cosa no. - Matteo Balocco
lo dico anche qui, brutta vicenda davvero... ma aggiungerei una riflessione: non siamo noi blogger a dover essere giusti ed equanimi nei nostri commenti e nei nostri post. altrimenti qui non ci sarebbe dibattito, opinione e libertà d'espressione. Sybelle avrebbe il diritto di criticare anche aspramente (ma non l'ha di certo fatto) e le responsablità devono rimanere esclusivamente personali, come prevedono i principi di giustizia. - ezekiel
Matteo, a mio parere qui la cosa ha avuto un certo effetto in quanto WP non ha/aveva grosse situazioni analoghe pregresse. FB è risaputo sin dalla sua nascita che è "fumino", tanto che ci sono decine di post e discussioni sull'argomento. Forse è per quello che ci sono differenze. - Felter Roberto
Quindi in sostanza se ti censuro dall'inizio va bene... Il mio punto non è il comportamento aziendale, intendiamoci, ma la reazione veemente della comunità attorno alla "vittima" del presunto torto subito. - Matteo Balocco
E non intendo esprimere un giudizio di merito, ma semplicemente ragionare su come a seconda dello strumento usato e del contesto, la censura sia più tollerate da chi la subisce. - Matteo Balocco
@Matteo Balocco io ricordo continue prese di posizione contro facebook, contro le sue politiche di privacy e non solamente in italia. - wolly
Matteo, le persone si muovono in modo diverso a secondo delle situazioni/persone. Io conosco personalmente Arianna, e come tale se qualcuno/qualcosa le fa un torto e posso in qualche modo contribuire, anche con una sola riga scritta, lo faccio. In altri casi, che sia su FB o altre piattaforme, dipende sempre dalla persona in questione. - Giovy
Non è tanto che sia accettata, ma il fatto che si sappia e si sia già ribadito più volte rende il tutto meno visibile. Io, ad esempio, consiglio sempre di non mettere contenuti in FB, al massimo link, mentre, ovviamente, non avrei mai obbiettato all'inserimento di contenuto in wp.com. Ora invece un pensierino ce lo farei :D - Felter Roberto
mmm, Wolly, non ricordo invece fatti eclatanti come la moltiplicazione a macchia d'olio di contenuti ritenuti scomodi da parte di FB (cosa che invece è accaduta per Youtube, che però censura il solo video incriminato, ma non chiude l'account). Non so... Ripeto... mi sembra che ci siano contesti in rete in cui guai a censurare, ma che nei fatti, tecnicamente e legalmente, i diritti, i poteri e i doveri degli utenti nei confronti di chi offre il servizio (e viceversa, soprattutto viceversa) sono gli stessi. Ma se il mio punto non passa, non ne faccio un dramma. ;) - Matteo Balocco
Io non conosco personalmente Arianna, non sapevo si chiamasse così, ho sottoscritto il suo feed solo in questa occasione ma mi sono sentito in dovere di scrivere qualcosa per amplificare quello che al momento sembra essere un comportamento censorio ingiustificabile e grossolano di Wordpress. Credo che la società in questione non sappia barcamenarsi con la presenza in rete e nulla sappia di brand reputation. Ad ogni buon conto, non me ne voglia Sybelle, l'avrei fatto per chiunque: la libertà di espressione va tutelata, in ogni sua forma e luogo. - ArMyZ e S.elene
@Matteo Balocco su Facebook ci esprimimiamo preventivamente, sconsigliando di mettere sopra contenuti importanti e personali dato che sappiamo a priori che facebook se ne frega degli utenti. - wolly
rebloggato http://whitewing.ilcannocchiale.i :D io non sono su wordpress eheh - sh3
Wolly, chiamami pure Teo... :) Ma allora vedi che è solo un problema nostro? Sarebbe sufficiente iniziare a pensare che qualsiasi media company se ne frega degli utenti... E invece... - Matteo Balocco
perchè non mi fa sharare su facebook - sh3
teo, si sperava ancora non fosse cosi! :) - Felter Roberto
Roberto, questo è l'errore d'ingenuità da cui non ci affrancheremo mai: ragionare sempre e comunque in modalità p2p. - Matteo Balocco
@MassiGrassi ti fa paura pensare che ci sia qualcuno che considera la gestione della reputazione online come qualcosa di serio? Chiunque si occupi di reputation management per l'azienda in questione ha fatto un grosso errore. Ma per loro fortuna la storia della gestione della reputazione è piena di grossi errori tramutati in grossi successi. Certo, devi saperli sfruttare... - M.
Un'azienda proattiva sa trasformare uno scivolone a suo vantaggio come scrive Martino - Maurizio Goetz
in ogni caso, vorrei ribadire anche qui che tutti i nostri reblog, la nostra discussione ecc. è praticamente invisibile in rete. Se cercate John Ashfield, dei nostri post praticamente non appare nulla. Con wordpress meno ancora. E noi, dal nostro bicchierino d'acqua, appoggiato sul tavolo della cucina, nel vedere una piccola increspatura, iniziamo a discutere se è il caso di informare le città sulla costa del probabile tsunami. Questa è la vera ingenuità. (Subito dopo arriva quella che dici tu Matteo :D ) - Felter Roberto
se cerchi wordpress censura appaiono un sacco di post nostri :D - Blà VS Food from IM
Concordo con Alessio, quella è la SERP giusta... - Matteo Balocco
alessio. Se cerchi wordpress censura, non hai bisogno di trovare i nostri post, lo sai già che wordpress censura. (tipico errore di posizionamento per parole chiave :D ) - Felter Roberto
cerca wordpress - wordpress giudizi - wordpress pareri cose del genere. Chi dovrebbe mai cercare usando wordpress censura secondo te? - Felter Roberto
Io veramente pensavo a "wordpress.com censura?", ma hai comunque ragione... - Matteo Balocco
Felter veramente se googli John Ashfield escono fuori un po' di post sul tema, sia detto. - Alessandra Farabegoli
in prima pagina? quello di Sybelle, che non si vede e quello su thepopuli intitolato "“John Ashfield ADV: pleeease!” e Wordpress chiude il blog | The Populi" non la chiamerei certo crisi se seguissi il brand. [inteso come muovermi per risolvere qualcosa"] - Felter Roberto
scusate ma l'obiettivo non è quello di boicottare alcun brand ma sottolineare due atteggiamenti frettolosamente censori: uno di wp e l'altro del brand. Poi ognuno ha agito ognuno cercando di far rispettare le proprie ragioni ma si è partito comunemente da quello, imho - ArMyZ e S.elene
Andrea Beggi: "credo sia quello che avrebbe fatto un qualunque fornitore di servizi gratuiti: al minimo accenno chiudere tutto" posso dissentire? Spubblicare un singolo post e contattare l'utente non costa niente a nessuno. A me, non è mai costato NIENTE, e sono felice di aver sempre agito così. Soprattutto nel dubbio, anche perché prima di ricevere comunicazioni ufficiali dalla polizia passa del tempo in cui si può cercare di capire cosa, chi e come è stato diffamato. E dissentire, se caso. Quando poi arriva la polizia postale, l'ultima cosa richiesta è di chiudere tutto. - anija
@armyz, leggendo i commenti io non escludo che la richiesta di cancellazione sia arrivata dall'ex dipendente spaventato delle eventuali conseguenze delle sue critiche e non dall'azienda. Sono sempre più curiosa di saperne di più :-) - Allegra Geller
concordo con @felter... è un errore di targeting ;) per ottenere visibilità bisognava clonare il titolo del post di sybelle (ed eventualmente aggiungerci qualcosa, come alcuni hanno fatto). Oh, siete ancora in tempo eh! Al prossimo aggiornamento dell'indice siete lì a spammare la SERP :D (che poi, in realtà, leggete i TOS di Wordrpress... avevano tutto il diritto di farlo!!! Certo, magari la cosa andava gestita diversamente...) - M.
ah, sybelle: scrivi un post con lo stesso URL e linka i post di chi ha fatto il repost ;) - M.
il mio post difficilmente entrerà nella serp di google.it visto che ho il dominio libico quindi da parte mia nessun tentativo si migliorare il posizionamento :) - wolly
così non hai problemi legali e non perdi le visite dai motori ;) - M.
@mafe non si deve mai escludere niente, ma se io faccio un commento a un post e poi me ne pento, magari invece di scrivere a wp segnalo la cosa all'amministratore del blog.. poi la stupidità umana è grande e distribuita generosamente, ma insomma.. - Alessandra Farabegoli
matt usa friendfeed solo come reshare dei sui feed, normalmente usa twitter - wolly
@wolly tu che hai dei rapporti privilegiati con Matt, non potresti portare la cosa alla sua attenzione? - Giovy
@Giovy come ho scritto qualche centinaio di commenti fa :-) sono già in contatto per cercare di risolvere il problema :) - wolly
si @mafe anche quella può essere una chiave di lettura. Mi sembra oltremodo stupido pensare di rimediare ad un commento inopportuno chiedendo oltreoceano la rimozione del post a cui si riferisce. Altra chiave ancora, volutamente fatto dall'ex-dipendente contando sull'intervento massivo e solidale dei blogger. Ma questa sarebbe perfidia e grande brand reputation strategy (ma ne dubito). In ogni caso se WP fosse più chiara e trasparente tutto poteva rientrare in pochi minuti - ArMyZ e S.elene
@wolly ops, in mezzo a tutti questi commenti deve essermi sfuggito, chiedo venia :) - Giovy
@Giovy infatti ho messo le faccine perchè immagino che rileggersi tutto sia decisamente lungo :) - wolly
magari possiamo mandargli tutti un messaggio su twitter, "@photomatt we have a problem http://bit.ly/wordpressfail" - FullSite
si mettendogli il link alla discussione qui e dicendogli che parliamo anche inglese :-) - wolly
@alessandra, @armyz, sto provando ad allargare il discorso: è tutto giusto quello che dite ma implica reazioni e comportamenti razionali e automatici, non umani. Non è neanche questione di stupidità o intelligenza, secondo me: è che se pretendiamo, da clienti e da utenti, comportamenti umani dalle aziende, dovremmo essere pronti a essere umani (e quindi concedere il beneficio del dubbio e perdonare l'errore) anche noi nei loro confronti. Soprattutto nei confronti di una wordpress che tiene in piedi mezza blogosfera senza neanche mettere la pubblicità (anzi, mi correggono, mettendone poca) ;-) - Allegra Geller
@Mafe la publicità la mette, 1 pagina ogni 10 visualizzate da utenti non loggati, altrimenti non starebbe in piedi :) - wolly
@wolly, ok, edito: poca pubblicità, ma il discorso non cambia, sto cercando di far vedere le cose da un'altra prospettiva (non so neanche perché poi, non fosse che l'aggressività crescente mi spaventa molto). - Allegra Geller
@Chiara Confalonieri, scusa ma prima di scrivere: "Massarotto, sono molto meravigliata di questo tuo thread. Hai scatenato un vero putiferio rispetto ad una piccola azienda." forse varrebbe la pena che tu ragionassi e guardassi un attimo il thread e capiresti che: a) io non ho scatenato nessun putiferio su nessuna piccola azienda, ho semplicemente twittato ieri pomeriggio che wordpress.com ha censurato un post a Arianna. b) La quasi totalità delle persone qui ce l'ha con wordpress, il fatto che l'azienda sia citata nei post è casuale, se poi sono stati loro a chiedere di chiudere il post di Sybelle potevano contattare l'autrice del blog e questo casino non sarebbe nato. c) Il thread porta il mio nome perché FriendFeed ha registrato la mia twitatta di ieri, ma qui, e non solo qui, ci sono centinaia di persone che stanno discutendo da ieri e in caso la tua osservazione sul "putiferio piccola azienda" andrebbe fatta come minimo ANCHE a tutti loro. Sul come mi sentirei se ci fosse un mio cliente in un thread del genere, di sicuro non mi divertirei, ma ti assicuro che i miei clienti affrontano situazioni più gravi di questa. Piuttosto, come ti sentiresti tu se io venissi su un tuo thread dove i commentatori parlano di altro rispetto al tema su cui tu l'hai aperto e ascrivessi a te la loro conversazione come tu stai facendo con me? :-) - Marco Massarotto
anche i migliori possono fare delle scivolate, non ci vedo niente di male. Marco nel post dice "pare" e infatti potrebbe anche essere un grande malinteso. e il buon Matt non avrà problemi a capire o a farsi spiegare. - FullSite
@mafe d'accordo sul tenere i toni tranquilli, ma vedi anche tu che a questo punto ogni mezzora di silenzio da parte di WP significa far lievitare il casino.. tutti possono agire in modo poco accorto, ma purtroppo a volte arrivano le conseguenze. Riguardo alla chiamata in causa di JA, anche qui, possibile che non gli sia arrivato nessun segnale nelle ultime 24 ore? non ricordo chi, scriveva in un commento di aver segnalato la cosa all'admin della fanpage di facebook.. - Alessandra Farabegoli
adesso uelli di wp stanno dormendo, lasciamogli il tempo di svegliarsi per poi continuare la conversazione. - wolly
Eheh vero :D - Sybelle
ho appena ricevuto una risposta: Il blog non risulta sospeso. No comment - wolly
@anija: non ho dubbi su quello che mi dici. Io riportavo solo una cosa che mi è stata detta da una persona che aveva responsabilità su queste vicende. Non mi va di fare nomi, ma egli ha un'esperienza di rete al di sopra di ogni sospetto. - Andrea Beggi
@Andrea Beggi: beh, ognuno modera come crede, e ogni modo è giusto. Ognuno si prenda anche però la responsabilità delle azioni. Se qualcuno dice che Wordpress ha agito male, è vero. Se su altre piattaforme c'è gente che si sbatte di più (magari anche avvantaggiata dal monolingua e dal capire cosa c'è scritto) per fornire servizi di moderazione migliori, è un buon punto per loro, ed è giusto che ci sia una bella differenza tra le due cose. - anija
Wolly, ... e quindi cosa dovrei fare? °_°' - Sybelle
Mi hanno risposto. Le cose sono piuttosto assurde. - Sybelle
scrivi quello che ti hanno detto così vediamo di consigliarti come muoverti. - wolly
secondo me ritorna molto valida l'opzione GDF di cui all'inizio del 3d :) - wolly
Da Wordpress mi hanno scritto una cosa tipo "Ciao, dovresti contattarli qui immagino" e poi c'è un link al sito di John Ashfield con i contatti di uno di John Ashfield. (rimane sempre la questione: come avrei dovuto sapere che erano stati loro? Comunque ora lo so. Bene. Devo contattarli?) - Sybelle
secondo me no, non c'è alcun motivo che li contatti tu. Contatta la GDF fai leggere a loro le accuse e lascia che indaghino per benino, tu hai fatto il tuo dovere di cittadina. Ora direi che si può ampliare il discorso anche a Jhon Ashfield visto che è certo che la censura parte da loro. - wolly
@wolly, e in questo caso senza pietà - Allegra Geller
"Io no parla tua lingua, io pena rivato, tu parla con siniore inglese prego..." - Matteo Balocco
immagino la scena: sybelle chiama John "ehm mi è svampato il blog. Quando? gividì" :) - Felter Roberto
... lo chiamo? Non lo chiamo? E che gli dico? "Ciao, sono Sybelle!" >_> Nel caso voglio registrare tutto - Sybelle
E no Sybelle, gli devi dire sono Altezzosa. :-) - Massimiliano Fabrizi
fagli arrivare una testa di cavallo per corrispondenza, sul sito mi sa che ci sarà anche l'indirizzo, no? :P - r0by
Sybelle io (avendoli conosciuti) ci ragionerei un momento. Rischia di essere una perdita di tempo inutile (a parte il nervoso) - Alessandra Farabegoli
e in ogni caso domandati: qual è il tuo obiettivo? poter repubblicare il post? ottenere pubbliche scuse e una fornitura di magliette a vita? - r0by
Il mio obiettivo sarebbe non finire in Tribunale :D in primis eh. - Sybelle
ma scusa, sybelle, qualcuno ti ha minacciata esplicitamente di portarti in tribunale? e su quali basi esattamente? - Alessandra Farabegoli
@sybelle, io non farei assolutamente nulla e starei tranquilla: il post è offline ed è già molto più di quello che eri tenuta a fare. In ogni caso prima di fare anche solo una telefonata senti un avvocato che ne capisce di queste cose, come Elvira Berlingieri o Guido Scorza. - Allegra Geller
ma, come diceva Wolly, una bella telefonata alla GdF? - Luca Perugini
scusate alla GDF per dire cosa? mi han fatto oscurare il blog? - Alessandra Farabegoli
@Farabegoli, come diceva Wolly per porre l'attenzione sul possibile reato, vedi 3d all'inizio - Luca Perugini
no alessandra per fare il proprio dovere, tramite il blog ha spauto che potrebbe essere stato commesso un reato, chi ha fatto l'accusa ha un ip address e quindi rintracciabile, e informa da brava cittadina le autorità competenti che indagheranno per appurare se è vero o no quello che viene affermato nel commento. <Se lo dovesse essere è un reato grave se non lo è chi ha scritto il commento se ne prende la repsonsabilità - wolly
Hanno detto che se la questione non viene risolta tra me e JA si potrebbe andare inTribunale ._. Quindi che faccio, contatto i simpatici JA? - Sybelle
non li contattare... - Luca Perugini
non te, almeno - Luca Perugini
se li devi contattare, fallo fare ad un tuo avvocato, il quale può valutare se chiedere danni per esser stata oscurata. L'atto compiuto corrisponderebbe, nella vita reale, ad ammutolire una persona... ma stiamo scherzando? - Luca Perugini
Ma chiudere la faccenda ? Google è stato bombato a dovere, @Sybelle non hai alcuna responsabilità e non vedo perchè devi temere il loro avvocato, alla GDF credo che un commento anonimo sia preso alla stregua di una denuncia anonima (brutta cosa le denunce anonime comunque) non c'è nemmeno da continuare a discutere di censura, perchè è chiaro che si è trattato solo di scarsa customer care di WP, a meno che non ci sia un obbiettivo di chessò 500 commenti a questo 3d non vedo perchè si debba andare avanti, o no ? - Lorenzo R v rs
Non è una denuncia anonima, la vogliamo capire che su internet l'anonimato non esiste? ci mettono qualche ora a rintraciare chi ha scritto il commento. - wolly
ma vi riferite alla delocalizzazione? non mi risulta che sia un reato (considerazioni etiche a parte). - Alessandra Farabegoli
Quoto Lorenzo. - Marco Massarotto
Alessandrea se scrivi made in italy lo è se la comunciazione è tutta fatta su stoffe prodotte in scozia e confezionate qui è grave se fosse vero. - wolly
Lorenzo, la denuncia non è mai anonima... visto che stai chiamando e loro "sanno" da dove e chi. Che ne dici, sarebbe il caso di spendersi un minimo in questo dannato paese?... (te lo dice chi denuncio al 117 lo scandalo della Lotteria Italia di qualche hanno fa.. ) Se poi, vogliamo criticare il sistema e restare a guardare... beh.. allora... non ci piangiam addosso... :-) - Luca Perugini
@wolly, ma made in italy non vuol dire con materie prime italiane, daaaaai - Allegra Geller
wolly ti prego, si definisce made in italy benetton o maxmara o stefanel che poi quando leggi le etichette è al 90% roba styled in italy e made worldwide, stiamo ancora a credere alla pubblicità? - Alessandra Farabegoli
@Mafe hai pienamente ragione... in effetti c'è chi, giustamente, propone di distingure tra Designed & Made in Italy. - Luca Perugini
perdonatemi ma ho una certa esperienza nel campo :) fidatevi che se fossero vere le accuse mosse non sarebbe una cosa bella. - wolly
Made means "fabbricato", se poi dobbiamo stravolgere le lingue straniere per motivi di marketing, che lo si faccia pure, ma che sia chiaro. - peppe, in cerca di nick. from IM
Scusate, però, se no andiamo OT. Qui si parla delle modalità di gestione da parte di WP della cosa. L'analisi sui commenti del thread e sui materiali produttivi non facciamoli su questo thread che è già abbastanza incasinato... - Marco Massarotto
:-) @Marco - Luca Perugini
@Marco non più ora sappiam che chi ha promosso la censura è stata l'azienda, quindi credo sia importante discutere su ome difendersi d aziende prepotenti e censorie. - wolly
@Wolly, certo, ma già 380 commenti son di difficile lettura, terrei i topic/thread separati per maggior ordine. - Marco Massarotto
in google nella prima pagina della ricerca John Ashfield ci sono gia 3 blog che hanno il post di Sybelle :-) - Pluto in USA
@Pluto, non pervenuto. Ho appena googlato... e non compaiono.. :) - Luca Perugini
@Gabry: ovviamente la mia voleva essere una battuta sarcastica, lungi da me fare apologia di ogni tipo di mafia. Era "per stemperare" il clima in cui si parlava di avvocati e GDF, tutto qui. :) - r0by
Pluto, io sulla prima pagina di google ne vedo due e, se fossi uno che cerca info sulla marca, non andrei certo ad aprirli visti i titoli. Poi non so - Felter Roberto
wordpress è uno strumento e come tale dovrebbe essere neutrale, no? ancora non capisco perchè - e a che pro - rischiare di fare molto rumore chiedendo di "cancellare" un post (ammesso che ciò sia possibile naturalmente) quando molto probabilmente, senza bisogno di far nulla, la cosa non avrebbe poi creato così tanto clamore. - umbazar
su google.com non ce n'è nemmeno uno. dovremmo cambiare <title> e anchor text verso il post di wolly, in caso. ma non c'è fretta, decidiamoli per bene. - peppe, in cerca di nick. from IM
@luca strana questa cosa. posto una foto nel mio FF - Pluto in USA
vorrei solo ribadire che i post fatti sino ad ora, almeno il mio e quello di wolly sicuramente, credo anche quello di altri, non era per attaccare la marca ma per segnalare il comportamento scorretto di WP. Per cui che non appaiano con quella chiave a me proprio importa poco. Se adesso si inizia a voler segnalare la ditta per il comportamento che ORA sappiamo ha tenuto, quello è un altro paio di maniche. - Felter Roberto
@ felter ci sei anche tu, con il tuo google profile :) - Pluto in USA
dici che non mi mostra perchè sa che sono io? :) - Felter Roberto
dovresti fare log out dal tuo profilo google pr vedere cosa ti mostra - wolly
vedo la stessa cosa anche da sloggato. - Felter Roberto
@wolly, buona idea. risultato lo stesso senza Felter - Pluto in USA
@sybelle io "loggherei il loggabile" (grande italiano), chiederei un parere spassionato a Guido Scorza e dopodichè mi metterei tutto alle spalle. Credo che alla JA abbiano finalmente capito di aver pestato una margheritina e non credo proprio abbiano alcun motivo nè chance ti portarti in tribunale (ad ogni modo, per tua serenità, senti Guido o Ernesto Belisario) - ArMyZ e S.elene
http://wol.li/b0 novo post - wolly
@wolly: like per il "Barbara Streisand Effect" - r0by
grazie @r0by :-) erano anni che volevo usarla :) - wolly
Essendo la diretta interessata faccio il punto della situazione, visto che i commenti iniziano ad essere moltissimi. Tirando le somme, mi pare che sia andata così: Qualcuno in JA viene a sapere della lotta che si è scatenata nei commenti del mio post. Forse non hanno mai avuto a che fare con i blogger quindi preferiscono rivolgersi direttamente a WP chiedendo di rimuovere il tutto, probabilmente minacciando catastrofiche conseguenze legali. A WP fanno il primo errore: per salvaguardarsi oscurano in blog senza nemmeno avvertirmi. Sono io a mandare loro una mail, e così facendo ottengo la riapertura del blog, ma senza il post incriminato. A questo punto a WP fanno il secondo errore. A mie richieste ripetute di spiegazione, rispondono a monosillabi senza dare informazioni chiare, fino ad arrivare alla risposta più comica: “contatta chi si è lamentato del post”, il tutto ovviamente senza dirmi chi esso sia. In questa risposta comunque, è evidente la volontà di WP di tirarsi fuori dalla faccenda: mi consigliano di contattare direttamente il delatore, e mi avvertono che, se non ci metteremo d’accordo tra noi, l’unico modo per risolvere la questione sarà un’ordine del tribunale. Hanno dato un colpo al cerchio e un colpo alla botte, hanno fatto contento JA oscurando il post e, in teoria, contenta me lasciandomi il blog. Ora ci invitano a vedercela fra noi, e il dubbio è ovvio, che fare? Avvocato? Scrivo? Chiamo? Credo sia doveroso, ormai, da parte mia fare la prima mossa (per quanto sia assurdo). Che dite? [N.B. Comunque direi di spostarci in "separata sede" per discuterne :)] - Sybelle
non mollare ! - MisterQ
@Sybelle: vatti a bere un bicchiere di vino e non pensarci più... ;) - Matteo D. Adreani
Quoto Matteo. :-) - Marco Massarotto
Come mai in Italia quando si ha ragione bisogna sempre lasciar perdere, come mai quando uno non ha più argomentazioni accusa gli altri di fare polemiche? - Maurizio Goetz
Fosse il mio blog, lo sposterei su un wp self hosted, ripubblicherei il post (che sono mie opinioni) senza i commenti e con i commenti disabilitati. Offrendo nel contempo (con una postilla in fondo) all'azienda analogo spazio sempre sul mio blog per esprimere il suo punto di vista. - Andrea Beggi
Quoto Beggi in seconda battuta, ma quoto sempre il bicchiere di vino :-) - Marco Massarotto
Chi lo offre il vino Wordpress? - Maurizio Goetz
In effetti Matt ha una bottiglia che gli regalammo anni addietro, potremmo riprendercela :-) - Marco Massarotto
in Italia finisce sempre a tarallucci e vino - Maurizio Goetz
Ma nessuno accusa nessuno di fare polemica, ho postato io il caso di Sybelle. Era un modo amichevole di dirle di non preoccuparsi troppo e di non sentirsi lei in dovere di fare qualcosa se non le va. :-) [I taralluci chi li porta?] - Marco Massarotto
Infatti per me Sybelle non dovrebbe fare assolutamente nulla, non credo che dovrebbe fare di più di ciò che ha già fatto - Maurizio Goetz
Matt risponde http://twitter.com/photoma... "@alexiaco Probably more human error than fail - it's best not to assume the worst." - FullSite
Mamma mia quanti errori. Una campagna pessima. Un'azienda incapace di difendersi da un presunto ex dipendente incaxxato e Worpress che se la prende con l'autrice del post. Taralluci e vino mi sembra la soluzione migliore a tutto sto casino :-) - Emanuela De Vecchi
Inquietante vicenda e una pessima figura per l'azienda finto-inglese. Prima nemmeno la conoscevo, ora si. Purtroppo per loro si sono fatti conoscere nel peggiore dei modi. - Alessandro Marocchini
Di aziende english style ce ne sono tantissime in Italia - Maurizio Goetz
io continuerò a non prendere nulla da loro come prima. :D - Felter Roberto
io non l'avevo mai sentita nominare prima ;) - Maurizio Goetz
idem come goetz e felter - peppe, in cerca di nick.
My 2cents: L'Azienda provider si è comportata come è usuale fare in questi casi, sopratutto se la legge non è chiara e si tratta di territorio "italiano" dove tutto può essere il contrario di tutto (vedi le recendi dispute mediaset-google), via il materiale oggetto di segnalazione e rimessa graduale online su richiesta del webmaster, che è sì buona educazione avvisare, ma non è doveroso farlo, sopratutto se ogni minuto in attesa di replica significa un danno economico (anche solo potenziale). Se al webmaster il comportamento non sembra corretto (e può avere tutte le ragioni) richiede il suo materiale e cambia aria (nuovo fornitore, nuova sistemazione, maggiore attenzione al T&C). Il webmaster è responsabile di quello che pubblica (il post) e può esserlo anche di mancata "vigilanza" (non è il termine corretto, ma fa capire cosa intendo) su quello che altri eventualmente postano nei commenti (è buona norma averli moderati per tagliare via gli OT, gli idioti che popolano il pianeta ed i robot). Il non essere al corrente della situazione e prodigarsi in caso di segnalazione è ciò che, non solo ci si aspetta, ma è richiesto in casi in cui è venuta meno la "vigilanza". Di vitale importanza esporre il fianco il meno possibile ai parassiti. L'Azienda lesa dal canto suo è giusto che abbia possibilità di far valere i suoi diritti nel caso siano presenti contenuti che arrechino un danno, i Legali servono anche a questo: sarà loro premura rintracciare chi gli sta arrecando i danni per interrompere la pratica con gli opportuni mezzi (diffida, richieste di risarcimento, denuncia). Ognuno è libero di esprimere cio che preferisce, ma se ne assume le responabilità. Se io son tirato in ballo ingiustamente devo potermi difendere (e la legge mi tutela in merito) evitando però di cadere nel torno o inguaiarmi ulteriormente. @Sybelle il quadro è ora meglio delineato, la cosa migliore da fare è starsene tranquilli ed attendere l'eventuale contatto dell'Azienda lesa (che probabilmente non... more... - Dario Pecorella
modifico un po' e taglio cose inutili che e' tardi e poi la cosa e' bene o male adesso piu' chiara. Qui siamo al grado zero: un cicciopinco (non un legale con i mezzi della diffida ecc.) ha detto che gli avevano detto puzza. Non parliamo di cose serie e incontrovertibili tipo una foto pedofila eh. l'azienda cicciopinco si sente un po' offesa. Io lo so cosa avrei risposto all'azienda cicciopinco: avevo scritto addirittura una risposta standard, per le aziende cicciopinco dalla sensibilita' eccessiva. - FedericaB.
@Federica: tu ti occupi di web e sei sul pezzo, molti tuoi colleghi (e lo dico per esperienza personale) non lo sono. Il dll 70/03 sai anche tu che per come è declinato non da garanzie all'hoster perché quando è informato del fatto (da dimostrare certo) è responsabile. Ora ci son due possibilità, va a testa bassa a dmostrare la sua estraneità (e sai anche tu che sono costi per una azienda) o scarica tutto al reale responsabile (tutelandosi) riducendo magari anche i costi. Il tuo punto di vista ovviamente è tra i pochi interventi sensati tra i mille mila reply. - Dario Pecorella
e quoto matteo e mafe, quando dice che sovrastimiamo alla grande l'intelligenza dell'organizzazione. Finche' si tratta di comunicare che si e' alla mano con gli utenti ecc. ecc. e' una cosa, ma costruire prassi aziendale per la gestione del panico e' tutt'altra cosa, davvero, abbiate anche un po' di pazienza - FedericaB.
@dario nel frattempo ho editato il mio intervento e tolto un po' di cose ridondanti, fra cui il riferimento al 70/03 :-) il compito piu' difficile per l'hoster e' mantenere il sangue freddo e imparare a "smontare" le segnalazioni che arrivano: da chi, per cosa, su quale servizio, a cura di chi. Oscurare l'intero blog e' stata una scemenza, tantopiu' che gia' dall'inizio potevano operare chirurgicamente. per dire. Ma ormai e' andata. Che la responsabilita' finale sia sempre dell'utente estensore non c'e' alcun dubbio, ed e' questo che mi aiuta a tenere il sangue freddo anche nei casi piu' tragici. WP l'ha perso, ma davvero e' possibile/probabile che fosse uno nuovo... guardate che sono cose su cui la formazione si iniza a fare solo ora: non e' "comunicaizone" questa, e' proprio "gestione della crisi", un'altra materia - FedericaB.
il mio piccolo contributo alla causa http://www.nonconvenzionale.it/blog.... Solidarietà ad Arianna :-)) - Emanuela De Vecchi
chi gestisce una piattaforma ne è anche responsabile per cui quelli di WP, a scanso di cause, hanno scelto la strada che non li espone a rischi di cause per risarcimento danni. E' la culpa in vigilando che può essere usata contro YouTube perchè lascia mettere sulle sue macchine materiale protetto e che diffama, o può colpire ognuno di noi se lasciamo il rubinetto aperto e si allaga l'appartamenfo sottostante. E' uno degli istituti fondamentali di un sistema legale e non è che lo possiamo bypassare perchè i "digitali" credono di avere la massima libertà....ma non con la roba e la tasca degli altri. - cannedcat
@cannedcat noi non critichiamo quello che ha fatto wordpress, ma il modo in cui l'ha fatto. Una semplice mail a Sybelle con scritto "Cara Arianna, a causa di una segnalazione, ci vediamo costretti a sospendere il tuo blog mentre effettuiamo i debiti accertamenti: vogliamo evitare e te e a WP una causa legale. Restiamo a tua disposizione per ulteriori informazioni" non si sarebbe scatenato questo t3d sconfinato ;) - Pierotaglia
cannedcat vedo con piacere che non hai capito nulla e che non hai letto nulla. - wolly
@Pierotaglia vedo che tu sei ragionevole, ma non mi sembra che gli altri lo siano: il tono è di lesa maestà quando prudenza vorrebbe che tutti pensassero a cosa gli può capitare. E se l'azienda di abbiglimento in questione dedice di partire in causa contro un qualche minorenne "digitale" molto "quotato"? Poi che dirà il suo papino orgoglioso quando il giudice lo condanna a un risarcimento danni per danni all'immagine dell'azienda? - cannedcat
@wolly io leggo, leggi tu piuttosto cosa dice Dario Pecorella - cannedcat
caro mio non hai letto nulla e non hai capito nulla ribadisco. qui siamo tutti consapevoli che wordpress.com ha fatto tutto nella legalità e rispettando i suoi TOS, la discussione è come evitare la censura. - wolly
@wolly evitare la censura? Basta non utilizzare le piattaforme di un altro. - cannedcat
e infatti è di quello che stiamo parlando ed è quello che farà sybelle. - wolly
senza contare che il fatto di poter fare una cosa, che è esclusivamente a tuo favore, quando la stessa problematica la potevi risolvere facendo una cosa che favorisse anche il blogger, presta il fianco, nonostante formalmente corretta, alle critiche ed è quello che abbiamo fatto. WP aveva il diritto di fare una cosa del genere. Non ne aveva il dovere. E' ben diverso. - Felter Roberto
e senza contare che l'azienda ha ottenuto un effetto boomerang trovandosi ora il post che voleva eliminare rebloggato una trentina di volte - wolly
@cannedcat: mi hai tirato in mezzo, ma non riesco a comprendere se sei in accordo e disaccordo con me. Leggendo tra le righe direi (posso sbagliarmi) che appoggi l'operato di WP.com, ma critichi la non responsabilità del isp sui contenuti che transitano dai suoi utenti. Mi trovo in disaccordo con te (in questo caso), perché la vigilanza attiva sarebbe, oltre che tecnicamente/economicamente impossibile, da estendere anche al fornitore di spazio, banda e connessione e per assurdo alle strutture fisiche e così di seguito. - Dario Pecorella
esatto come dire che telecom è responsabile delle telefonate dei delinquenti - wolly
@dario pecorella non è che appoggio l'operato di WP, dico che è comprensibile che, di fronte alla minaccia di una causa, si sia messo in moto un meccanismo di gestione del rischio poco strutturato che però ha creato un danno al blogger che, se vuole, e può, (in base ai TOS), potrà chiamare in giudizio WP per ripristinare lo status quo ante, cosa che mi sembra WP abbia fatto, anche se ha eliminato il contenuto incriminato. D'altra parte WP, che è una piattaforma internazionale ad ampia diffusione, probabilmente di questi casi ne dovrà gestire migliaia e forse la loro procedura è "per il momento pariamoci dal guaio più grosso" e poi vediamo. Da un punto di vista giuridico l'azienda "chiacchierata" può invocare appunto "la culpa in vigilando" che non significa che WP controlla pedissequamente tutto quello che transita , ma che, su segnalazione, si attiva per eliminare il problema in modo che la cosa non si diffonda oltre. Sybell ha ragione contro WP ma forse l'azienda chiacchierata potrebbe anche farle causa per diffusione di frasi diffamatorie se sybell non è una giornalista. - cannedcat
@wolly la comunicazione su una linea telefonica è uno a uno e non c'è diffamazione perchè il CP dice chiunque, comunicando con più persone, offende l'altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1032. Al telefono si parla in due, a meno che on si sia in conference call, su internet si parla a molti - cannedcat
se sono in coference call siamo più di 2, in ogni caso un fornitore di servizi può solo garantrti la qualità del servizio non certo quello che fanno i suoi utenti. Oscurare un sito è un provvedimento che dovrebbe essere possibile fare solo dietro richiesta di un giudice non per un email. - wolly
@cannedcat, se l'hoste fosse responsabile di tutto quello che c'e' sui suoi server, il web non sarebbe quello che conosciamo oggi e gia' da tanti anni. Fra le varie cose che il dll 70/03 dice in proposito e' proprio che non c'e' responsabilita' del fornitore di infrastruttura (perche' e' impossibile che sappia tutto quello che succede sui suoi sistemi), finche', avvertito, eventualmente non reagisce (e le possiibli reazioni sono varie, non necessariamente deve oscurare). L'abbiamo scritto svariate volte, sopra. Non e' come un direttore responsabile di una testata, che non puo' non sapere cosa stampa sul giornale - FedericaB.
Lettera aperta ad Arianna alias Sybelle Gentile Sig.ra Arianna, Le scriviamo in merito al Suo blog relativo al nostro marchio John Ashfield per cercare di spiegarLe la motivazione per la quale riteniamo che WordPress abbia assunto tale provvedimento. Sicuramente il Suo articolo, criticante la qualità di una sola nostra pagina, confrontato all’intero programma pubblicitario che appare annualmente sulle maggiori testate giornalistiche, non avrebbe causato alcun risentimento da parte della nostra azienda poiché siamo aperti a qualunque critica costruttiva, purchè, si spera, fatta da persona con le dovute competenze tecniche e specifiche del settore. Quello che invece riteniamo inaccettabile sono, tra i commenti al Suo articolo, le affermazioni diffamanti , che nulla hanno a che fare con la Sua critica, perchè prive di alcun fondamento e non corrispondenti al vero e fortemente lesive della nostra immagine di qualità del marchio John Ashfield, immagine che abbiamo sempre cercato di curare ai massimi livelli in 30 anni di attività. Basti vedere i risultati ottenuti dal nostro brand a livello internazionale. Come Lei ben saprà, c’è una differenza sostanziale tra “critica” e “diffamazione”, e sicuramente la nostra azienda non può rimanere impassibile davanti a certe affermazioni che sappiamo false con certezza. Lei stessa, essendo la creatrice della pagina del blog, avrebbe dovuto e potuto filtrarLe, rimuovendo quelle che sono palesemente offensive del nostro marchio. Sicuramente WordPress, oscurando l’intero blog, ha interpretato in senso allargato il nostro reclamo relativo alla rimozione dei soli commenti diffamanti, reclamo che, in buona fede, non abbiamo pensato di inviare a Lei, non avendo trovato i Suoi riferimenti, ma direttamente all’hoster. Con la speranza di averLe chiarito la nostra posizione, siamo certi che Lei si renderà conto del danno di immagine che ci è stato causato prima dai commenti contenuti nel Suo blog, e tutt’ora dalla campagna diffamante... more... - John Ashfield
cioè @johnashfield risponde a @sybelle? (così faccio anche up e il thread ritorna sotto i vostri occhi) - catepol
Così sembra, stavo controllando - ArMyZ e S.elene
immagino sia un fake anche questo, no ? il profilo è lucchettato @sybelle hai ricevuto qualcosa direttamente invece ? - MassiGrassi
@massi il profilo non è lucchettato, è vuoto. - peppe, in cerca di nick.
Ciao a tutti: è l'email che mi hanno inviato poco fa, non è un fake. - Sybelle
@sybelle: bene! - MassiGrassi
Cosa è che non ti torna Gianluca? - Maurizio Goetz
@Catepol: sì, in effetti...e risponde a @sybelle qui...Secondo me, però, c'è una cosa che non regge neanche un po': dicono "non avendo trovato i Suoi riferimenti", cosa che non può che essere palesemente falsa,. CHIUNQUE è in grado di trovare almeno OTTO contatti di Sybelle, a un click dal suo blog. Questo, imho, è "mettere una pezza", per lo più in malafede. - Nervo
@gluca, ti riferisci a questi dati "rea di export Cina , India Area di import Bangladesh , Egitto , Hong Kong , Pakistan , Turchia" ? - Zeno
ecco, appunto - Zeno
pessimo modo di gestire una crisi per questo brand... - t-vale
e ora scriveranno anche a tutti i re-bloggers? No, per capire... quei commenti oramai stanno ovunque no? - catepol
affermare che con un blog sotto mano è stato impossibile contattare l'autrice dello stesso ma è stato più semplice passare dall'hoster americano che ha frainteso la segnalazione è quantomeno singolare ed a tratti esilarante - ArMyZ e S.elene
ormai sono allibito - ezekiel
ma scusate, il "Chiediamo quindi anche a Lei di attivarsi affinchè questa situazione rientri nei canoni di una normale e civile discussione in rete. " che vuol dì? Se sybelle non fa nulla (come secondo me dovrebbe) che succede ? - MassiGrassi
con questa risposta di John Ashfield, 'sta storia è diventata davvero un caso da manuale - Vincenzo Risi
@massi (à la Gaspar) Sybelle dovrebbe telefonare all'Internet e chiedergli di smetterla - ezekiel
Sybelle deve spegnere google cache e WP no? Dopotutto ha il pulsante "OFF" dell'internet sul comodino... - Pierotaglia
a me sembrano i primi effetti della campagna diesel che sta spopolando in tutto il mondo... com'è che faceva il claim? - r0by
Ve lo dicevo che questa è una case history - Maurizio Goetz
Epic Fail - Pierotaglia
@sybelle ora andrà su tutti i blog che hanno rebloggato, tutti i tumblr che hanno ritumblrato...non trovando come contattare direttamente gli autori scriverà anche lei a wordpress, a splinder, a tumblr, a twitter, a facebook, a giovanni friendfeed e pure a giuseppe google.... chedendo l'oscuramento di mezzo internette - catepol
@Pierotaglia hahahah, mi hai ricordato l'episodio di The IT Crowd in cui i sistemisti danno alla loro capa una scatola in cui c'è "L'Internet" per impressionare i presenti durante il suo discorso da impiegato dell'anno,..una pietra miliare della storia dei telefilm. - Nervo
a questo punto credo che la vicenda varchi anche l'oceano, che dite? - Roberto
io sul mio tumblr ho l'email in bella vista chi vuole che faccia qualcosa mi può anche scrivere, ... che poi provvedo. :-))) Uno Stralike @Gluca che in 7 secondi netti a pubblicato il report della CCIAA di Forlì. Sei un grande, altroché. - Massimiliano Fabrizi
domanda banale: @johnashfield nella persona di? Cioè avrà un nome e cognome chi scrive a @sybelle? - catepol
John credo sia il nome ? *eg* - ArMyZ e S.elene from iPhone
Salve, sono Glen Grant e sono un produttore di whisky; funziona così, no? - LaMucci
Ma rispondere direttamente ai commenti sul blog di @Sybelle, faceva troppa fatica al Signor John Ashfield? No perchè a scrivere a WP, aspettare la loro risposta, poi venire qua, aprirsi un account FF appositamente per fare il copia e incolla della lettera... cioè, secondo me ci ha perso un sacco di tempo.... - LaLeo
Regola numero 1 di questi casini legali in rete: quasi nessuno dei tanti commentatori arditi commenterebbe in quel modo se fosse lui l'oggetto delle antipatiche attenzioni - massimo mantellini from iPhone
Tra l'altro non credo che quella mail abbia alcun valore legale, senza un nome e un cognome. - Niki Costantini
Questa storia diventa sempre più interessante. Imparatela bene, che un giorno i vostri nipotini vi chiederanno di raccontarla. - Gaspar Torriero
@massimo mantellini dovresti leggere le risposte che mandiamo a quelli che ci minacciano via wordpress-it se non chiudiamo vari blog. - wolly
wolly, a proposito, perché non pubblichi un a piccola antologia di risposte? dai, magari togliendo nomi e cognomi :-) - Gaspar Torriero
lol - wolly
le più belle sono le mail degli avvocati che devono avere capito tutto :-) - wolly
non potevo certo esimermi http://mediamondo.wordpress.com/2010... comunque sia, io sto con Sybelle - gba
ho semplicemente ribloggato quanto detto, ma il mio appoggio a sybelle anche per la pacatezza e il savoir faire, nel corso di tutta la vicenda http://iorejna.blogspot.com/2010... - La Rejna
Da parte mia mi sento frastornata da tante attenzioni decisamente inaspettate: sto leggendo (leggerò/rileggerò) e conserverò accuratamente tutti i post. Grazie :) - Sybelle
Le attenzioni e la solidarietà, in questo mondo, son cose che arrivano quando le si merita sul campo :-) E poi, anche sforzandomi di fare l'avvocato del diavolo (che in questo caso non veste Prada), non riesco a trovare un minimo errore da parte tua: vedo solo arroganza dalla parte del signor John Ashfield e superficialità da parte dell'Ing. Word Press. - Nervo
solidarietà tardiva a Sybelle. Ancora una volta rimango basito dall'incapacità delle aziende di attivare una comunicazione virtuosa in caso di "attacchi" (giustificati o meno) al proprio branding. Il marketing relazionale non è più una disciplina così "nuova", eppure un marchio di abbigliamento che si spaccia per internazionale ragiona ancora come un lanaiolo pre-tumulto dei Ciompi. Che tristezza. - Cirdan il Timoniere
Dimenticavo uno dei paradigmi della comunicazione online: assicurati che le conversazioni avvengano a casa tua e non migrino sui blog degli altri... John sei veramente un grande :-) (ops, non sarà diffamazione?) - Cirdan il Timoniere
Scusate, ma sono costretto a fare l'avvocato del diavolo, ovvero WordPress. Ci si straccia le vesti per la censura, che a me pare più che altro una forma di tutela, sia per WP che per Sybelle. Immaginatevi cosa sarebbe successo se il blog fosse stato ospitato da Blogger o Splinder: querela presentata alla Polizia Postale, autrice e tutti i commentatori nel registro degli indagati, grazie agli IP immediatamente spifferati agli inquirenti. Ovviamente non parlo per sentito dire, ma esperienza personale... - tn po76
@tn po76 se ja invece di contattare wordpress avesse contattato la polpost non sarebbe stato esattamente come hai detto per blogger o splinder? - peppe, in cerca di nick.
blogger/youtube/google ha una sede anche in Italia e basta che la polpost schiocchi le dita per spifferare tutti i tuoi dati, senza nemmeno bisogno della rogatoria internazionale. Splinder è italianissima. Io ho scritto sul forum di WordPress e loro hanno risposto che non consegnano i dati degli utenti ad autorità straniere (nè italiane nè cinesi), ma solo se vengono costretti a farlo da un tribunale californiano. - tn po76
Parlo per esperienza personale: mi sono ritrovato per caso in una rissa tra ex-dipendenti nei commenti di un blog Splinder, io non c'entravo una mazza con questi, però c'è stata una simpatica retata della polpost e gli sbirri volevano spedire pure me a manganellate in tribunale... Quindi meglio evitare come la peste i servizi di blog hosting italiani o che hanno una sede legale in Italia. - tn po76
Cara Sybelle Mi chiamo Andrea Celli e sono il titolare del marchio John Ashfield , oggetto del suo blog. Ho deciso di scriverLe personalmente perché sono rientrato ieri sera da un viaggio d’affari all’estero ed appena informato dai miei collaboratori sull’accaduto di questi giorni, sono rimasto sinceramente sconvolto da tutto quello che era successo in Internet , In seguito alla richiesta da noi inviata a WordPress per la rimozione dei commenti di quelle persone di cui non conosciamo l’identità e che , non qualificandosi , ma in modo anonimo , sul suo blog volevano chiaramente non portare una critica costruttiva, ma solo danneggiare intenzionalmente la mia azienda . Le ribadisco , come Le è stato già spiegato nella nostra lettera aperta, che ritengo questi commenti anonimi fortemente lesivi e diffamanti del marchio John Ashfield perché non corrispondono sicuramente alla realtà della mia azienda, un’azienda a cui io ho dedicato e dedico tuttora la mia vita , con grande passione per questo brand John Ashfield che , con grande sacrificio mio e dei miei collaboratori , è diventato una realtà mondiale realizzando in tal modo il mio sogno. Io non conosco nulla di Lei , né ho il piacere di conoscerLa personalmente , ma presumo che Lei sia una ragazza giovane, piena di capacità e sicuramente tecnicamente molto preparata per muovere critiche costruttive ad una immagine pubblicitaria, tuttavia non posso accettare che nel Suo blog Lei permetta di pubblicare commenti non alla sua critica, ma affermazioni anonime sulla nostra azienda , lesivi e diffamanti della nostra immagine e della nostra organizzazione aziendale e produttiva , di cui Lei non sa e non può sapere nulla, senza che Lei ne abbia controllato la veridicità . Questa è una Sua responsabilità, perché gettare fango ad una azienda è troppo facile rimanendo nell’ anonimato e sfruttando il Suo blog per tali scopi. Dato che La ritengo una ragazza sagace ,spero Lei comprenda di aver fatto degli errori gestendo con... more... - John Ashfield
Confermo che anche sul mio post è arrivato medesimo contenuto come commento. Whois, Mail e nominativi sembrano confermare la veridicità dell'autore - ArMyZ e S.elene
che fico, sei diventata famosa Syb. - Blà VS Food from IM
@johnashfield, 1. Riguardo al pagina della camera di commercio? 2. "Get a life" è un'offesa, e anche pesante, potrebbe essere ricambiata. 3. definisca "casino". - peppe, in cerca di nick.
Ah - catepol from email
@johnashfield: Lei dice: "Vorrei comunque anche avere l’opportunità di conoscerLa meglio per capire perché ha fatto questo e quale vantaggio può esserle venuto da questa situazione." e "non basta aprire un Blog per realizzarsi criticando quello che fanno gli altri". - affermazioni un po' pretenziose o e' una mia impressione? Perche' Arianna dovrebbe aver "fatto questo" (cosa precisamente?) per un vantaggio? e quale vantaggio? e soprattutto, da un articolo di *aprile 2009* (vecchiotto e anche dimenticato, per certi versi....). Per il resto, penso che ognuno possa realizzarsi come meglio crede, le critiche di Arianna (costruttive, diciamocelo) sono critiche che avrebbe potuto fare chiunque (fotoritocco fatto male, visibile da chiunque), e se vogliamo "ingigantire" il discorso, anche Striscia la Notizia campa criticando. my 2 cents - Elena Franco (DElyMyth)
dimenticavo, anche io sarei interessata ad un chiarimento in merito alla pagina della camera di commercio evidenziata da gluca (riporto il link per comodita': http://www.ciseonweb.it/ebusine...) - Elena Franco (DElyMyth)
Caro Signor John Ashfield, se non prendevate un grafico e un fotografo di merda tutto ciò non sarebbe avvenuto. Moneta, tempo: chi più ne spende, meno ne spende. :) - Blà VS Food from IM
@Sybelle, ma figurati (comunque quella pubblicita' su PhotoshopDisasters ci stava bene :P) :D - Elena Franco (DElyMyth)
Grazie Elena. - Sybelle
Caro Andrea Celli, non le pare che stia usando @Sybelle, un po' da capro espiatorio rispetto alla scarsa capacità di gestione di comunicazione della sua azienda? Questa ovviamente è una mia opinione personale, i miei contatti li trova nel mio profilo FF, su LinkedIn c'è anche il mio numero di cellulare, nel caso volesse contattarmi prima di sentire FriendFeed per quanto ho scritto sopra. - LaLeo
io l'ho letto qui http://wol.ly/2010... - Tania
Ora so che cosa non devo comprare mai. :) - Tony Siino
Sono un po' offesa che il sig. John Ashfield non mi abbia ancora scritto.. ;-) - Alessandra Farabegoli from iPhone
ora che è stato pubblicato il mio link in chiaro sono terrorizzato (non da JA) ma da backtype, se per sbaglio si tira dentro tutti i 500 e passa commenti il mio blog scoppia e il server muore :) - wolly
hahahahaha grande wolly - Blà VS Food from IM
interessante il post scriptum al post di gilioli http://gilioli.blogautore.espr... - peppe, in cerca di nick.
Con quella lettera un po' maldestra a mio modo di vedere mi sa che John Ahsfield se la sta tirando addosso, la gente ce l'aveva con wordpress mica con loro :-) - Marco Massarotto
comunque voi che fate "casino" su internet... io non lo so eh :P - catepol
In effetti ora capisco meglio il senso dei vari ruoli di consulenza per il marketing/PR 2.0... sarà che sono in Internet da tempo, ma non credevo si potesse arrivare a tanto. ;-) - Giovanni Sarbia
le persone cui abbiamo presentato stamattina il servizio di web reputation sono rimaste basite da quello che si scopre ravanando nel web, cose terribili, altro che un commento negativo e qualche sproloquio ulteriore; ma come si dice: il Signore rende ciechi (digitali) quelli che vuole perdere. - cannedcat
con l'astuta mossa della lettera a Gilioli, Andrea Celli è riuscito a fare uscire la storia come primo risultato nella ricerca google (l'articolo sull'espresso online esce via google news) - Alessandra Farabegoli
si beh i commenti non è che siano molto felici - Blà VS Food
chiudiamo l'espresso, presto! - Imprenditore
E direi che in questo lieto momento posso sfoderare la mia arma segreta: l'hashtag #sonbeimomenti - Sybelle
mamma mia, se nn avessi letto tutto ciò nn ci avrei creduto...what a mess! interessante (quanto inquietante) caso di crisi aziendale su internet - Patrizia Re
(N.B. Peppe, io quel post scriptum non l'ho mica ricevuto o_o ma a questo punto la mia domanda è: cosa vogliono che io faccia nel pratico? Se avessero lasciato perdere credo che la cosa si sarebbe placata. Anzi, si era già calmata. Qui al massimo si criticava WP! E, ripeto, a me JA piace (piaceva?)! Mi sento vagamente punzecchiata da quel messaggio. Get a life? Beh, intanto sono andata a fare un po' di shopping, suvvia) - Sybelle
@Sybelle: anche tu, però palesi di andare a fare shopping da Zara, sai che casino creerai ora??? Suvvia, sii *sagace* ;) - LaLeo
suvvia, cosa vogliono, revisionismo? prima fanno le cazzate e poi vogliono revisionismo come dicono loro? - peppe, in cerca di nick.
il fatto e' che la mail che hanno mandato anche a Gilioli (mi era sfuggito il ps) l'hanno mandata loro, come "lettera aperta"... e questa ha generato altro "casino" (termine usato da loro)... cancelliamo anche quello che hanno scritto loro stessi chiedendone la pubblicazione? (mi fermo perche' mi scappa da ridere :D) - Elena Franco (DElyMyth)
Ringrazio il sig #Ashfield per le risposte: grazie ad esse ho deciso di non acquistare mai nessun capo prodotto da loro e di consigliare ai miei contatti di fare lo stesso. Prima ero critico soprattutto nei confronti di WP e avevo sospeso il giudizio sull'azienda: adesso, invece, mi sono fatto un opinione estremamente negativa della Ashfield (senza nessun contributo di Sybelle) - Pierotaglia
Come non quotare @Pierotaglia? Pessima figura. - Alessio Baù
su http://www.facebook.com/pages... leggo « Gianna Morana Cercate il vostro nome su Google,avrete una bella sorpresa. Prima del vostro sito ufficiale c è addirittura un commento negativo sul blog di Radio deejay, in merito al blog censurato da word press perchè criticava la vostra campagna AD. Se non lo avete ancora capito, svegliatevi! Siete proprio in mezzo ad una crisi. Av...ere il proprio sito ufficiale scalzato da siti che riportano a commenti negativi sulla vostra azienda è l'incubo di ogni comunicatore degno di questo nome.La cosa peggiore oltre a questo è essere contattati dalla redazione di Report o Mi manda Raitre. See more 7 hours ago (12:48) · Report Gianna Morana Gianna Morana ah ecco appunto, mi chiedevo quale sarebbe stata la vostra risposta.Pensavo che dopo tutta la bagarre che avete fatto sareste scesi dal piedistallo provando a dialogare.Proprio non vi smentite e cancellate i post dei fan.Siete proprio un caso da manuale di pessima comunicazione.Credo che sarete il mio prossimo caso stu...dio.Ps. la persona che gestisce questa pag Fb e tutta la comunicazione JA sta facendo un pessimo servizio alla sua azienda.Cancellare i post non serve, bisogna mettersi in discussione! See more 7 hours ago (12:21) · Report» - peppe, in cerca di nick. from IM
cioè, cancellano i post sulla fanpage? è la cosa peggiore che potessero fare, cancellare le critiche. - peppe, in cerca di nick. from IM
questa idea che cancellare risolva i problemi prima o poi la gente se la togliera' dalla testa pero'... - Elena Franco (DElyMyth)
Cancellare su Facebook è un atteggiamento diffuso, l'ho visto fare anche in fan pages gestite da "consulenti" che poi martellano stile "spam 2.0" - Giovanni Sarbia
si beh, se potessero cancellerebbero direttamente le persone :D - Blà VS Food from IM
si, fin quando non verranno subissati di post. - peppe, in cerca di nick. from IM
Incredibile. Non riescono ad uscirne a questo punto spero solo che sia un super fake messo in piedi da qualche guru 2.0 per costruire un caso da manuale. Tutta la mia solidarieta' a Sybelle per il tono astioso della risposta di JA - MassiGrassi from fftogo
Aiuto!! Ma questi non capiscono proprio un tubo. Chi glielo spega che 1) prima di tutto devono rispondere al commento diffamante chiarendo se producono o no in Bangladesh (come riportato qui http://www.ciseonweb.it/ebusine...) in disaccordo con quanto dichiarato sul sito (Le nostre stoffe sono ancora prodotte artigianalmente in Irlanda e Scozia) 2) dichiarare con tono pacato (e non con l'astio che traspare dalle loro lettere) gli errori nella gestione della faccenda. Solo in questo modo possono tentare di instaurare un dialogo con la blogosfera, perchè ormai ci siamo dentro tutti e non solo Sybelle. Caro John Ashfield aka Andrea Celli, ascoltaci, solo così ne puoi uscire, se continui con la linea dura non fai altro che gettare altra merda sul ventilatore (cit.) - Emanuela De Vecchi
hanno risposto con un ps. alla lettera che puoi vedere sul blog di gilioli, per quanto può valere. - peppe, in cerca di nick. from IM
non si risponde così, non lo hanno ancora capito :D Gli serve decisamente un digital evangelist - Blà VS Food from IM
Ah, ecco il PS me lo ero perso (forse è stato aggiunto successivamente? La prima volta che ho letto la risposta non mi sembrava ci fosse, ma magari mi sbaglio (Oddio cos'ho fatto... ho ammesso uno sbaglio!) - Emanuela De Vecchi
Meraviglioso! La cosa più importante la mettono in un Post Scrittum! Ribadisco: Aiuto!!! - Emanuela De Vecchi
infatti non c'era il PS nei primi cinque minuti quando l'ho letta. Poi l'ho riletta e c'era :D - Blà VS Food from IM
riporto messaggio di #johnashfield su fan page fb ( http://www.facebook.com/pages... ): Riprendiamo nuovamente la nostra lettera aperta per ribadire un concetto che sembra non essere chiaro a molti lettori del blog. Innanzitutto non abbiamo mai richiesto nè voluto provocare la chiusura del blog di Sybelle da parte di WordPress. Siamo un'azienda italiana che opera dal 1982 in Italia ed all'estero, siamo produttori di abbigliamento ed in questo abbiamo una grande esperienza ,ma certamente non siamo esperti di Blogs sul web e relative regolamentazioni a tutela degli utenti di tale servizio.Senza ombra di dubbio abbiamo sbagliato nel rivolgerci a WordPress anzichè scrivere direttamente a Sybelle, ma questo , che ci crediate o no, è stato dettato proprio dalla nostra inesperienza in questo settore. Abbiamo sbagliato e questo ci aiuterà a capire meglio per il futuro come muoverci in questi casi. Non ci vogliamo ergere a giudici di nessuno nè tantomeno ci vogliamo mettere su un piedistallo come siamo stati accusati di fare. Siamo un'azienda aperta a tutte le critiche, ma non certamente alle offese gratuite soprattutto se anonime e fatte per colpire la nostra immagine e il nostro lavoro. Abbiamo sempre operato, in tutti questi anni di attività, nel pieno rispetto delle regole del nostro Paese e del Mercato in cui operavamo. Siamo nell'epoca dell'economia globale ed operiamo a livello mondiale sia in export che in import, ma oltre il 65% della nostra produzione è ancora creato in Italia e nei nostri laboratori e quando operiamo con laboratori sui territori esteri , la loro organizzazione e le direttive della produzione sono fornite dalla nostra sede. Abbiamo ottenuto il riconoscimento da parte della Camera di Commercio come azienda che crea capi su misura nei nostri laboratori di sartoria. Abbiamo sempre regolarmente etichettato i nostri capi con la loro reale provenienza come è previsto dalle norme di legge. ... See More Non disconosciamo quanto si... more... - Daniele - Viralavatar
Ma "KitSch", magari. E "c'entra". - Slow
Un'azienda che non ha ancora capito l'importanza del dialogo. http://blog.estrogeni.net/rifless... - Francesco Del Franco
my 2 cents sull'auspicabile trasparenza nella delocalizzazione http://www.italoblog.it/2010... - MicheledAlena