Sign in or Join FriendFeed
FriendFeed is the easiest way to share online. Learn more »
Sempre un po' a disagio: Una virgola - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
beh, in "Soldati" di Ungaretti è persino qualcosa di meno di una virgola a cambiare tutto - .mau.
.mau. ti giuro che ho pesato anch'io a "Soldati" - il Disagiato
Sempre un po' a disagio: Cosa manca? - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
una volta c'erano gli editor :-) - .mau.
(poi chiediamoci perché si pubblichino questi libri: nel senso, l'editore ci perde davvero soldi?) - .mau.
C'erano gli intellettuali editor (anche loro fallibili, anche loro criticabili). - il Disagiato
beh, è ovvio che non puoi azzeccare il 100%, ma dovresti almeno arrivare all'80% se sai fare il tuo lavoro. - .mau.
contando che spesso le copie sono tante, qualche soldo penso lo perdano. - il Disagiato
io immagino che uno dei problemi sia che alcuni dei più grandi best seller degli ultimi anni siano libri che siano stati pubblicati con la stessa convinzione, da parte della casa editrice, con cui hanno pubblicato " Perché non mangiare gli insetti?". Ergo, non sanno manco loro cosa funzionerà oppure no e quindi nel dubbio pubblicano tutto. - naltro
quello che dice naltro è spesso molto triste e molto vero: però mi pare che questo derivi anche dai lettori. - Haukr
(ho appena cambiato la mia descrizione) - naltro
<3 <3 <3 <3 (e non ho abbastanza cuori per cuorarti qui) - Haukr
(però dovevi aggiungere: e molto vero) - Haukr
va benissimo così - naltro
modestone^^ - Haukr
Sempre un po' a disagio: "Stando in casa..." - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
(c'è un refuso: "introduco" anziché "introducono") - .mau.
grazie mille, ho corretto. - il Disagiato
Sempre un po' a disagio: Quanti anni abbiamo - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Se stiamo fermi - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Le nostre vite punk - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
Sempre un po' a disagio: Dimenticarsi - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
la mia regola d'oro è sempre stata "scrivi, lascia decantare, rileggiti e rifai tutto da capo" :-) - .mau.
Io per non star male non mi rileggo più. - il Disagiato
per narrativa e poesia probabilmente sì, per saggistica rileggere è imperativo - .mau.
Sempre un po' a disagio: A vedere sempre le cose a peggio - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
ci vuole anche la materia prima, cioè un valore intrinseco delle cose. Penso siamo troppo disillusi sul calcio (e come non esserlo, dopo gli ultimi decenni). - Haukr
Ecco, film che non conosco. Grazie. - il Disagiato
Sempre un po' a disagio: I miei libri - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
sì - Neurom
Fortemente sì - Lilith
Il fortemente fa sorridere. - il Disagiato
Mi sono leggermente identificata. *leggerissimamente* - Lilith
Sempre un po' a disagio: Per salvarsi - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Eravamo diversi? - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Hai fondamentalmente ragione, ma i libri che tenevano in vita le librerie ora li compri soprattutto al supermercato, non credo che Faletti venda *così* tanto online. - .mau.
Vero, come dimenticare il supermercato (che sconta pure). - il Disagiato
Sempre un po' a disagio: Il sospetto - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
Sempre un po' a disagio: Acqua e aria - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Acqua e aria
Sempre un po' a disagio: Far vincere la cultura - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Far vincere la cultura
Sempre un po' a disagio: Giallo, azzurro, verde, arancione - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Giallo, azzurro, verde, arancione
Sempre un po' a disagio: Giallo, azzurro, verde, arancione
Sempre un po' a disagio: Fare teatro - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: Fare teatro
OGNUNO è LO STRONZO DI QUALCUNO di Roberto Alajmo - pensieri di traverso - http://www.robertoalajmo.it/post...
OGNUNO è LO STRONZO DI QUALCUNO di Roberto Alajmo - pensieri di traverso
Qualcuno anche di più di uno. - Fabrizio Casu
Hai ragione. - il Disagiato
Sempre un po' a disagio: La nostra serietà - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
"castigat ridendo mores" - .mau.
Non c'è paragone possibile fra Elio e gli Skiantos. - Arimcoco@governo.it
Sempre un po' a disagio: La banalità degli esseri umani - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
Sempre un po' a disagio: La vera povertà - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2014...
"(vi ricordate quando le reti Fininvest convinsero i nostri genitori, che a differenza di noi hanno studiato e letto poco, a votare Silvio Berlusconi parlando sempre di Silvio Berlusconi?)" - Franka®
sta scritto: beati i poveri... - Al & Luminio ™
Non che sky sia così meglio, comunque. In tv da anni guardo solo i film (e un paio di serie) - Sphera
Io più che per Sky mi sento povera per non poter vedere canali esteri dove esistono programmi di intrattenimento o approfondimento che non siano quelli che vedo nella TV generalista, pure quando cerca di imitare senza riuscirci quanto arriva dall'estero. Però capisco il concetto di fondo, tra l'altro un libro che vuoi leggere e non ti puoi permettere di comprare lo reperisci anche in... more... - Giuliana Dea
(boh, per me se la tv non esistesse cambierebbe poco) - .mau.
Per me la TV è un'invenzione straordinaria, il problema è quello che ci metti dentro. - Giuliana Dea
(è pur vero che da grande volevo fare la sceneggiatrice, quindi forse sono di parte) - Giuliana Dea
La tv per me potrebbe non esistere, è completamente inutile - beneamma
Non so, io avrei dei problemi senza Rai Storia. - Giuliana Dea
bah, a me sembra un'illusione pensare che la gente che non legge nulla o quasi se non ci fosse la televisione leggerebbe. perché è quello che fa la differenza. - manuela
Non credo che il punto sia Video killed books - Giuliana Dea
(questo post mi è sembrato unito da un filo invisibile a un altro che ho letto stamattina http://winckelmann.wordpress.com/2014... - e penso di sentirmi vicina a quel che dice Giuliana) - availableinblue
@Giuliana FilmOn e puoi vedere tutti i canali anche senza avere sky e satellite :D - Annarella e i trombonisti
Oh, grazie. E chi per esempio non ha internet, visto che in Italia non tutti hanno una connessione a banda larga? - Giuliana Dea
O non tutti sono in grado di usarla, se dobbiamo fare i pignoli. - Giuliana Dea
Sempre un po' a disagio: Eliminare i cattivi (un vecchio post) - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2011...
Sempre un po' a disagio: Eliminare i cattivi (un vecchio post)
Sempre un po' a disagio: Cosa succederà? - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
beh, sono anni che i libri in formato elettronico sono "disponibili", e se per questo ci sono anche le scansioni dei libri cartacei :-) - .mau.
in teoria dovrebbe accadere quello che successo con la musica, cioè quello che è sempre successo con i libri scientifici e le fotocopie: gli editori e gli autori guadagneranno da meno a molto meno, e quasi tutte le librerie chiuderanno - mario leone
@mau Continuo a pensare che sia un peccato, davvero. Ora, sicuramente l'hai già reso tu disponibile gratuitamente, però è un peccato che io o un mio amico possiamo leggere Matematica liofilizzata tramite emule, per esempio. - il Disagiato
@mario leone Non tanto le librerie chiuderanno, ma anche le case editrici come le intendiamo noi oggi (o le intendevamo fino a qualche anno fa). - il Disagiato
per la musica, sarebbe cambiato qualcosa se gli editori avessero scelto di pubblicare solo vinili e musicassette? - mario leone
Rendendo meno liquido il formato, magari (forse) ci sarebbe stata meno pirateria. - il Disagiato
comunque è esattamente quello che succederà, le case editrici come le conosciamo oggi certamente tra dieci o quindici anni non esisteranno più - mario leone
il problema è che non puoi imporre un formato, prima o poi i consumatori o altre spinte di mercato impongono un cambiamento, e il modello cambia: in fondo gutemberg ha mandato in rovina l'industria degli amanuensi e molti sostenevano che la stampa fosse diabolica - mario leone
volevo dire che questo ritorno al fax e alle fotocopie anticipa di poco il rilancio del calesse :P - Peppǝ
Matematica liofilizzata (e Quizzini della domenica) sono appunto gratuiti sin dall'inizio, se qualcuno li vuole prendere via torrent è un suo problema. Se vogliamo discutere: per i quizzini avevo proposto "se qualcuno sgancia l'euro gli faccio l'ebook personalizzato con dedica scritta a mano e scansionata". Risultato: CINQUE dediche fatte. Ovviamente la vita non mi è cambiata, però secondo me questo dà più di che pensare. - .mau.
su emule si trovavano le versioni digitali dei best seller quando ancora non esistevano le versioni digitali ufficiali. Già solo questo basta per dirti che "continuare esclusivamente con il cartaceo" sarebbe insensato. E quali sono le "pellicole di autori cosiddetti minori" che prima potevamo vedere e oggi no? - naltro
quello delle pellicole credo sia verissimo, il numero dei film che arriva nelle sale è drasticamente diminuito - mario leone
qui ci sono dei dati sugli incassi http://boxofficemojo.com/yearly... (questo è il paragone negli Usa) - naltro
la vera perdita, imho, non è sul cinema (negli ultimi 5 anni le varie multisala hanno rincarato massivamente il costo dei biglietti), ma sul mercato dell'home video, ma non è nemmeno una questione di pirateria: lo stanno cannibalizzando loro stessi coi vari netflix e compagnia cantando. Se mi offri lo streaming legale con una formula "as-much-as-you-can-get" con un prezzo ragionevole e... more... - Heart Attack
@naltro, io non mi riferivo agli incassi ma al minor numero di film che li hanno generati - mario leone
@mario leone: ma ti riferisci al mercato italiano o in generale? A me non sembra di aver notato 'sto gran declino. - Heart Attack
mario, avevo capito, ma cercando velocemente non ho trovato dati a supporto. Comunque quelli che ho postato io direi che mostrano se non altro che l'industria del cinema è tutt'altro che in cattiva salute. Speravo che l'argomentazione "pirateria = fine della creatività mondiale" fosse ormai alle nostre spalle. - naltro
Ecco il dato sui film girati nel mondo. Direi aumento generalizzato dal 2005 al 2010 http://www.screenaustralia.gov.au/researc... - naltro
No, la storia della diminuita offerta non la condivido affatto. Io abito a Berlino e la quantità di film a disposizione è impressionante - volendo. Ma questo perché c'è spazio per qualsiasi tipo di offerta. I multisala hanno ucciso i cinemini (c'era quel grafico bello sul numero di sale e cinema a milano dal '50 ad oggi), e così il multisala può gestire l'offerta come gli pare (non a... more... - Claudio Cicali
laic ai festival - Heart Attack
Sempre un po' a disagio: È quasi pronto il caffè - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
Sempre un po' a disagio: Noi - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
Sempre un po' a disagio: Noi
"chiusi soli nelle nostre macchine" - Neurom
Sempre un po' a disagio: Bruciatemi! - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
immaginavo ci saresti arrivato. Ma secondo me il vero problema è un altro: i manifestanti ritengono (a torto o a ragione) che i libri siano inutili se non perniciosi. - .mau.
Per me quella è la prima minaccia che a loro è venuta in mente. E qualcuno la sta strumentalizzando. - il Disagiato
Io però conosco piuttosto bene il libraio di quella libreria di Savona del cosiddetto fattaccio (eravamo anche al liceo insieme). E, per come lo conosco, so che si venderebbe una mano per un po' di pubblicità. Così, per la precisione. - lo scorfano
Sempre un po' a disagio: I risultati - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
Sempre un po' a disagio: Di là - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
d'altra parte se non sai di essere prigioniero, e se non sai come sei prigioniero, non potrai mai provare a liberarti, no? (che poi parlare di letteratura d'evasione per i detenuti mi pare un'inutile cattiveria, in effetti) - .mau.
Già, sapere è forse un buon inizio di fuga. - il Disagiato
non ti rende libero, ma aiuta a renderti consapevole? - Lady M
il libro: forse non ti rende libero, ma ti rende consapevole=sapere (che è appunto un buon inizio di fuga) - Lady M
Non avevo capito, scusa. - il Disagiato
ma figurati: sono io che quando cerco di essere sintetica divento invece incomprensibile :-) - Lady M
ma "ho troppa consapevolezza" mi disse una volta un depresso cronico. E' una visione tecnica, ma una delle particolarità di certa depressione è l'iperealismo (disagiato, non penso che sei depresso a scanso di equivoci!) - Neurom
Ottiero Ottieri intitolò un suo libro "Campo di concentrazione". Mi sembra un efficace gioco di parole. - il Disagiato
Più si è consapevoli e più si è infelici è un po' un luogo comune, ma un fondo di verità ce l'ha. Eppure, non so, ma qualcuno desidererebbe *davvero* diventare più stupido (meno capace di comprendere) per essere più felice? (magari sono io, ma proprio non mi riesce di sentirla come una cosa che dovrei desiderare). Ma allora: forse non è la felicità il nostro scopo più profondo? e qual è? - Lady M
No, ancora più stupido non lo voglio diventare ;) - il Disagiato
leggere (la cultura) rende liberi proprio nella misura in cui chi ignora che esistono alternative al suo modo di vivere è schiavo in un senso ancora più radicale, perché non è nemmeno libero di desiderare un cambiamento di vita, non sa che esistono azioni al di fuori del suo campo visuale - thomas morton ☢
"più si è consapevoli", ma ci sono molti tipi di consapevolezza. Leggere in fondo comporta processi di coscienza con un carattere quasi dissociativo, ti "estranei" dalla realtà. Almeno per quanto riguarda la lettura di storie. Leggere roba tecnica può aiutarti nel latvoro, nell'osservare classi di problemi in un certo modo e risolverli parzialmente. Eppure, rimane il fatto che leggere è... more... - Neurom
Mi cito addosso, a proposito, ancora, della lettura: http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2011... - il Disagiato
Neurom: bello e sembra anche convincente, eppure non mi convince. Forse perché questo stesso decentramento e stacco dalla realtà sono parte della parola e forse del pensiero e senza non si può fare. (oppure dovremmo dire più chiaramente cosa sia "realtà") - Lady M
è una tendenza quasi "epistemologica", cioè il "primato dell'astratto" come direbbe Von Hayeck. Tendiamo a categorizzare e ricategorizzare a cominciare dall'organizzazione del sistema nervoso (Edelman, premio Nobel per la medicina, utilizza il concetto operativo di "rientro" per dare un'idea "visiva" del lavoro neurobiologico di questa operazione computazionale) - Neurom
Ora vi dico una banalità vicinissima alla realtà: leggere, a maggior ragione in situazioni di deprivazione della libertà personale, può davvero aiutare a non soccombere. Così come anche scrivere. Conosco un paio di persone che si sono laureate in carcere e mi hanno raccontato che sarebbero impazzite se non avessero avuto l'opportunità e la capacità di studiare e poi continuare a... more... - bianca
brava bianca - Neurom
Sempre un po' a disagio: Fuori dalle librerie (un vecchio post) - http://sempreunpoadisagio.blogspot.it/2013...
Sempre un po' a disagio: Fuori dalle librerie (un vecchio post)
Other ways to read this feed:Feed readerFacebook